Carissimi (Lega) “Proroga delle autorizzazioni di cava estese a sei anni”

211
 

Carissimi (Lega) “Proroga delle autorizzazioni di cava estese a sei anni”. Annunciato progetto di legge

“Riordinare le diverse normative che si sono susseguite riguardo la proroga delle Autorizzazioni di Cava, fissandola a sei anni, superare discriminazioni e disequilbri”.

Il consigliere regionale Daniele Carissimi (Lega) annuncia un progetto di legge di sua iniziativa a sostegno delle attività estrattive. Prevede anche

“una garanzia fideiussoria basata su parametri unici stabiliti per tutto il territorio regionale, evitando che questa differisca da Comune a Comune, come avveniva in precedenza, e una norma transitoria causa COVID che consenta una sospensione della durata della concessione per il periodo di dichiarazione di emergenza. Questo progetto di legge vuole essere un ponte tra Regione, Enti locali e imprese del settore estrattivo, sostenendo queste ultime e arrivando alla soluzione di criticità che si trascinano da troppo tempo, che costringono gli operatori a fare l’opposto di quanto servirebbe e a quanto sarebbe opportuno fare, un primo passo per consentire una conduzione della concessione logica in termini ambientali e economici. Un comparto, quello delle attività estrattive, in forte crisi dal 2007 e che, a causa della diminuzione delle attività, ha subito una contrazione di oltre il 45 per cento. Situazione aggravata ulteriormente dalla pandemia da Covid-19. Servono di pari passo interventi urgenti di semplificazione e di certezza dei tempi dei procedimenti amministrativo, che conto di presentare a giorni in una diversa proposta di legge su cui sto lavorando da settimane”.

Il progetto di legge presentato

“si aggiunge agli sforzi sul tema dell’assessore Morroni, che ha dimostrato un’attenta sensibilità al problema, unitamente ai suoi uffici, fino a convergere in un auspicato risultato comune. Una iniziativa nata anche con il sostegno di tutto il Gruppo Lega. Mi sono confrontato – conclude Carissimi – con i rappresentanti del settore e sono soddisfatto di essere riuscito a condensare le loro istanze in questa proposta, perché questo è il compito della politica, dare risposte concrete e tempestive ai cittadini di fronte alle difficoltà”.