Pavanelli (M5s): “Guai medici umbri nelle Marche. Non svuotare assistenza in regione”

175
 

Pavanelli (M5s): “Guai medici umbri nelle Marche. Non svuotare assistenza in regione”. La nota della Senatrice pentastellata

“Preoccupa non poco la notizia circolata in queste ore sulla decisione che vorrebbe prendere la Regione Umbria di mandare 12 rianimatori, 28 infermieri e 5 OSS nel Centro Covid di Civitanova Marche. Il flop di cui tanto si è parlato nei mesi scorsi, costruito da Bertolaso. Visto che non sanno cosa farci vorrebbero assistere lì i pazienti umbri che sarebbero scaraventati a 150 km di distanza da casa propria per ricevere assistenza. Già l’idea in sé per sé è assurda, ma mandare lì gli operatori sanitari umbri è follia.  All’ospedale di Spoleto, quello al momento deputato a curare i pazienti Covid-19 insieme a Pantalla, manca il personale. Siamo davvero preoccupati, gli umbri hanno diritto come tutti ad essere curati. Ma non a tre ore di viaggio per una patologia che richiede – quando si arriva all’ospedalizzazione – interventi tempestivi. La Tesei risponda alle richieste del consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle Thomas De Luca e anziché mandare gli umbri a 150 km di distanza, inizi a pensare a rendere operative le strutture dell’ex Militia a Terni e di via del Giochetto, a Perugia”.

Così, in un post su Facebook, la senatrice umbra del Movimento 5 Stelle Emma Pavanelli.