“Fil rouge- Progetto di comunità per sostenere la riabilitazione e l’inclusione sociale di persone con DSA”

201

Fil rouge- Progetto di comunità per sostenere la riabilitazione e l’inclusione sociale di persone con DSA”. Giovedi 13 febbraio 2020, alle ore 10,00, presso il Casale Il Forabosco situato nella frazione di Collestrada di Perugia,  ci sarà l’iniziativa pubblica di lancio del progetto

Il progetto è promosso dall’  Associazione Cassiopea APS Onlus (Capofila), associazione che  opera dal 2003 con lo scopo primario di valorizzare le differenze e la persona e impegnandosi nel promuovere il diritto di cittadinanza, le pari opportunità e la solidarietà; in partnership con l’ Associazione Intrecciamo i fili APS,  che svolge da circa dieci anni le sue attività mettendo a disposizione conoscenze e curiosità sul mondo della tessitura a mano. L’associazione gestisce un laboratorio e Mostra permanente di telai e strumenti per la lavorazione della lana si trova a Ponte Felcino in Via G: Puccini, 86. L’apertura del laboratorio, ai centri diurni, ai bambini, ed agli adulti è garantita da attività di volontariato.

Il progetto vede la collaborazione della   Fondazione Aurap impresa sociale ONLUS che riunisce genitori di Giovani adulti con DSA (Disturbo dello Spettro Autistico) e gestisce il Centro diurno in località Forabosco di Collestrada (Pg), convenzionato con la Usl Umbria 1;  della cooperativa sociale ASAD di Perugia, cooperativa che gestisce servizi sociali  socio sanitari ed educativi;  della Usl Umbria 1.

Al progetto prenderà parte,come fornitore di servizi,  la Fattoria didattica Azienda agricola Gli Allori Santa Cristina- Gubbio , esperti in ricerca erbe spontanee ed in estrazione di colori naturali per la tintura di filati e tessuti.

Il progetto è finanziato dalla Regione Umbria ( iniziative e progetti di rilevanza regionale ai sensi dell’articolo 72 del decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117 – anno 2019).

Il progetto è rivolto a 18 persone con disturbo dello spettro autistico, 12  inserite nel Centro diurno “Il Forabosco”  e 6 provenienti dal territorio.

Il progetto si articolerà in 4 laboratori di filiera di produzioni tessili (Estrazione e e produzione colori naturali; Tintura e tessitura dei filati)  , usufruendo dei diversi spazi funzionali del Casale Forabosco che consentono di realizzare attività consone alle esigenze specifiche delle persone con DSA.

In alcune fasi del progetto ci sarà la  collaborazione con scuole, associazioni e centri sociali per anziani del territorio che lavoreranno insieme ai destinatari principali.

Sarà prevista, inoltre,  una fase distributiva dei manufatti in collaborazione con alcuni esercizi commerciali del territorio.

Il progetto intende rispondere al generale bisogno di sostenere la riabilitazione e l’inclusione sociale delle persone con disturbi dello spettro autistico, sviluppando e rafforzando abilità e competenze di tali persone per migliorare le loro chance di inserimento lavorativo, sperimentando nuove metodologie e rafforzando i legami con il territorio.

il progetto, inoltre, perseguirà la finalità prioritaria di potenziare ed arricchire l’offerta di opportunità riabilitative specifiche sul territorio, creando opportunità che proseguiranno la loro efficacia anche oltre la durata temporale prevista, sia dal punto di vista produttivo che di relazioni di rete.

Il progetto sarà realizzato nel Comune di Perugia ed avrà come centro delle attività il complesso del Casale Il Forabosco situato nella frazione di Collestrada.

All’iniziativa di lancio parteciperanno:

Giuseppe Bolognini, Associazione Intrecciamo i fili

Demetrio Catillo, Associazione Cassiopea

Gabriele Ferranti, Fondazione Aurap

Anna Cirronis, Direttrice sanitaria Centro diurno “il Forabosco”

Liana Cicchi, presidente  cooperativa ASAD

Elisabetta Rossi, responsabile servizi di salute mentale area del perugino

Antonella Zanotti, Fattoria didattica Azienda agricola Gli Allori