A Deruta un corso per l’abilitazione all’uso dei defibrillatori

530
Deruta, ceramica a tavola: verso la riapertura dei per l'iscrizione al SUAP

Nuovi corsi per formare altri “Laici Rianimatori”, cittadini comuni in grado di intervenire in caso di emergenza con l’impiego di un defibrillatore . Sono aperte le iscrizioni (posti limitati). “Voglio ringraziare – ha detto Michele Toniaccini assessore del Comune di Deruta – il Comitato Locale della Croce Rossa Deruta – Torgiano per la disponibilità e la generosa collaborazione.  Il Comune di Deruta, insieme ad ASL, Comitato locale CRI Deruta – Torgiano, Lions Club Deruta, Associazione Cuor di Leone, Avis Comunale Deruta e Avis Casalina – Ripabianca, Associazione Prendimi per mano, Proloco Pontenuovo, Associazione Anima Lieve e alle società sportive del territorio, già dallo scorso anno, ha avviato il progetto “Deruta Città Cardioprotetta”, il cui obiettivo è quello di creare una città “Cardio Protetta”. In Italia, infatti, ogni anno 60.000 persone muoiono di morte improvvisa, spesso senza alcun sintomo o segno premonitore. Molte di queste morti potrebbero essere evitate attraverso il trattamento immediato dell’arresto cardiaco con l’uso del defibrillatore. Nel territorio comunale di Deruta sono stati già formati circa 60 laici rianimatori a cura della Croce Rossa Italiana, nostro partner per l’attività formativa e nuovi corsi stanno per partire”. L’arresto cardiaco può colpire chiunque: uomo o donna, giovane o anziano, magro o sovrappeso, sedentario, sportivo e addirittura atleta. “Tutto questo – conclude Toniaccini – deve farci comprendere che è fondamentale diffondere nella comunità la cultura della prevenzione e dell’emergenza, sensibilizzando i cittadini a svolgere un ruolo decisivo nell’intervento di primo soccorso in attesa dell’arrivo del 118 e potenziando la catena della sopravvivenza con strumenti salvavita, i defibrillatori, e soggetti capaci e motivati alla defibrillazione, i Laici Rianimatori, indispensabili entrambi, in un numero ideale, per il successo del progetto”.