Anche la Cina celebra Cucinelli, creatore di tendenze

186

A lui il premio ‘Designer of the year’ di GQ China

   

Anche la Cina ha celebrato Brunello Cucinelli.

A Puyuan, località turistica e distretto di eccellenza nella maglieria nella provincia dello Zhejiang, ha infatti ricevuto il prestigioso premio “Designer of the year” assegnato dall’edizione locale della rivista di moda maschile GQ China.

Cucinelli ha ricevuto il premio dalle mani della modella cinese He Cong e da Roger Lynch, Global Chief Executive Officer di Condé Nast, per essersi distinto come creatore di tendenze nella moda e nel lifestyle. Nel 2023 – ricorda la casa di moda di Solomeo – ha già ricevuto il prestigioso premio Neiman Marcus Fashion Award a Parigi. La cerimonia è stata preceduta da un Forum che sul palco ha visto protagonista Brunello Cucinelli che ha trattato i grandi temi dell’armonia tra profitto e dono, del rispetto del Creato e dell’equilibrio tra il tempo del lavoro e quello da dedicare ai propri affetti e alle proprie passioni. “Con vivo sentimento ringrazio tutto il team di GQ, a partire da Roger Lynch, Will Welch, Gill Zhou e Rocco Liu” ha commentato Cucinelli. “Quelli appena trascorsi – ha aggiunto – sono stati due anni molto speciali per la vita della nostra casa di moda, anni illuminati da eventi commoventi come l’invito a parlare ai grandi della terra in occasione del G20 dedicato ai problemi del Clima e da illustri premi come quello ricevuto a Londra da British GQ nel 2021 e il Neiman Marcus Fashion Award, ma una grande commozione è quella che tocca oggi il mio cuore per questo formidabile premio della Rivista GQ China, che mi onora sia per la motivazione di ‘creatore di tendenze nella moda e nel lifestyle’ sia perché proviene da una terra da me molto stimata.
Dedico questo premio a tutti i giovani dell’umanità, e a loro dico: mi raccomando, sentitevi sentinelle del creato! Non volgete le spalle alla povertà, ritrovate un giusto equilibrio tra la vita e il lavoro, tra la mente, l’anima e il corpo.
Abbiate un moderato rapporto con le giuste ore di connessione, perché potrebbe rubarci l’anima che il creato ci ha dato”. “E come mio padre disse a me per tanto tempo – ha ricordato Cucinelli -, vi esorto ad essere persone per bene, modulando armonicamente tra il profitto e il dono. Sorridete alla vita! Quando l’animo è pesante, quando qualcosa non vi riesce, quando qualcuno vi umilia uscite all’aperto e volgete gli occhi al cielo e alle stelle e tutto si riequilibrerà. Un antico proverbio cinese di 2500 anni fa ci dice: ‘se vuoi il raccolto a un anno, coltiva il riso: se vuoi un raccolto a dieci anni, pianta il melo; ma se vuoi un risultato a cento anni, allora educa l’umanità’. Ho sempre seguito queste parole”. Rocco Liu Editor in Chief di GQ China – si legge ancora nel comunicato della casa di moda umbra – ha spiegato di condividere quanto detto da Cucinelli sulla sostenibilità umana: “questo ci ricorda un’altra volta che per un media come noi, non bisogna solo concentrarsi sui progressi in tecnologia e intelligenza artificiale, ma abbiamo ancora tante cose quotidiane da fare, in meglio”.