Terremoto: a Norcia il 90% degli inquilini farà presto “ritorno” a casa

497

Conclusa la fase relativa alla verifica di agibilità sugli edifici di Ater Umbria a Norcia. Dei dieci edifici danneggiati dal sisma del 24 agosto scorso, i primi quattro saranno di nuovo agibili nei prossimi quindici giorni. La notizia è stata comunicata alle famiglie nel corso di un’assemblea alla quale hanno partecipato, tra gli altri, il Presidente di Ater Umbria, Alessandro Almadori, il Direttore Luca Federici, il Sindaco di Norcia Nicola Alemanno accompagnato da alcuni membri della sua Giunta. Erano presenti tutte le famiglie che, immediatamente dopo il sisma, sono stata costrette a soluzioni alternative. Complessivamente le famiglie interessate dall’emergenza sono 35 sulle circa 70 residenti a Norcia. 10 di loro rientreranno nelle loro case al massimo tra due settimane. Entro natale il 90% degli inquilini di Ater Umbria tornerà nelle proprie abitazioni. Ci sono alcune criticità per nove famiglie, per le quali i tempi si allungheranno di più, ma è stato deciso di evitare il trasferimento nei moduli abitativi, e, in sinergia con l’Amministrazione comunale e con i cittadini stessi, di mettere a disposizione 10 appartamenti in una nuova palazzina che è in fase di conclusione nella zona di vocabolo Case Sparse.