Comune di Umbertide: approvato il bilancio di previsione del 2015

453
Federmanager Perugia, Roberto Peccini confermato alla presidenza

È stato approvato ieri mattina dal Consiglio comunale il bilancio di previsione 2015. Dopo un’ampia discussione che ha coinvolto gran parte dei consiglieri comunali e l’intera Giunta, con 11 voti favorevoli e 4 voti contrari, l’assise cittadina ha dato il via libera al documento contabile per un importo complessivo pari a 53.889.051,47 euro. Mantenimento dei servizi e tariffe invariate sono i principali punti del primo bilancio pluriennale realizzato secondo l’armonizzazione dettata dalla nuova contabilità.

“Siamo riusciti mantenere i servizi sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, senza ricorrere a manovre fiscali, nonostante i 757.000 euro di tagli ai trasferimenti statali – ha affermato l’assessore al Bilancio Pier Giacomo Tosti – Crediamo che il compito di un Comune sia quello di dare servizi ai cittadini e questo ci ha spinto ad intraprendere una strada in salita, alla quale abbiamo fatto fronte ricorrendo all’avanzo di amministrazione, sul quale erano stati posti vincoli proprio in vista del bilancio di previsione, e razionalizzando ulteriormente la spesa. Oltre a questo siamo riusciti a garantire investimenti sul territorio, rispondendo alle esigenze dei cittadini, in linea con le priorità che da sempre si è posta questa Amministrazione. Il documento di previsione, che è stato anche oggetto di un accordo sottoscritto con le sigle sindacali, è un’ulteriore dimostrazione della solidità del bilancio del Comune di Umbertide”.

“Quello approvato oggi è un bilancio dalla forte connotazione politica e  dalla spiccata progettualità – ha commentato il sindaco Marco Locchi – Ci eravamo dati l’obbiettivo politico di non aumentare le tariffe e lo abbiamo raggiunto, mantenendo nel frattempo inalterati i servizi ai cittadini. Stiamo dando attuazione al programma politico presentato ad inizio legislatura e proseguiremo nella realizzazione degli obbiettivi che ci siamo prefissati: promozione dello sviluppo economico attraverso un rapporto costante con le imprese locali, miglioramento del sistema di raccolta differenziata dei rifiuti, potenziamento della sicurezza, completamento delle opere pubbliche, manutenzione della viabilità e delle frazioni”.

Nel dettaglio per il 2015 sono state confermate le tariffe 2014 per i servizi a domanda individuale, così come le tariffe Imu (esenzione per l’abitazione principale e aliquota allo 0,86% per gli altri immobili), Tasi (aliquota al 2,5 per mille con detrazioni pari a 50 euro per immobili con valore catastale inferiore a 250 euro più 50 euro per ogni figlio sotto i 26 anni, fino ad un massimo di 100 euro, che risiede anagraficamente nell’immobile mentre per gli immobili con valore catastale inferiore a 250 euro non si paga nulla), Tari (confermate le tariffe 2014 e le riduzioni per mancato svolgimento del servizio, per svolgimento del servizio con frequenza differente rispetto alle zone servite, in forma domiciliare non completa o con punti di raccolta ad uso plurimo) e Irpef (aliquota allo 0,5 per mille con fascia di esenzione a 12.000 euro). Per quanto riguarda gli investimenti per il 2015 sono previsti i seguenti interventi per un importo complessivo di oltre 2.400.000 euro: adeguamento della viabilità con la realizzazione di una rotatoria lungo la statale 3 bis nell’ambito del secondo stralcio del Puc 2 (425.053,49 euro), ampliamento del cimitero di Pierantonio (180.000 euro), ristrutturazione e consolidamento del palazzo comunale (1.131.035,41 euro), bonifica dello smottamento della strada comunale del Sasseto (210.380,02 euro), interventi di manutenzione straordinaria della viabilità comunale e nuovi marciapiedi nelle frazioni (200.000 euro), realizzazione di un parco attrezzato nell’ambito del terzo stralcio del Puc 2 (254.946,51). Nel corso della seduta sono stati poi nominati i consiglieri Mirco Massai e Valentina Pigliapoco quali membri della Commissione per la formazione degli elenchi dei giudici popolari e sono state approvate le surroghe dei membri dei Consigli di Quartiere: per il Quartiere n. 7 Graziano Merli subentra al dimissionario Claudio Biagini e per il Consiglio di Quartiere n. 8 Gianmario Alunni e Giorgio Pierini prendono il posto di Francesco Marconi e Luciana Alunni.