Trevi: Avis e Comune insieme per sensibilizzare i giovani nella donazione del sangue

252
 

Lettera ai diciottenni trevani

Nel corso di quest’anno 78 cittadini trevani compiranno 18 anni ed è a loro che l’Avis comunale invierà personalmente una lettera di sensibilizzazione alla donazione di sangue.

“La donazione di sangue è un gesto di grande civiltà, un atto prezioso – si legge – non solo per  chi ne beneficia, ma anche per chi lo fa. Il sangue è insostituibile: non si fabbrica, non è  riproducibile, salva vite in pericolo. Testimonia solidarietà, dimostra senso di umanità e di  apertura verso gli altri che un giovane come te sicuramente avverte. Diventare “donatore” significa anche occuparsi di se stessi, poiché per “donare” devi e puoi beneficiare di un costante “controllo” del tuo stato di salute”.

La missiva a firma del Sindaco di Trevi Bernardino Sperandio, dell’assessora alle politiche sociali Stefania Moccoli e della Presidente della locale sezione Avis Angelica Brunetti, è una iniziativa che ogni anno viene rinnovata nella consapevolezza che mondo associativo e istituzioni insieme possono costruire sinergie importanti per il bene  della comunità. I giovani interessati dovranno contattare l’AVIS Comunale per sapere se hanno le caratteristiche per diventare  donatori su appuntamento al numero 0742/381513