Tecnomeccanica Magrini ospita gli studenti dell’Istituto tecnico di Spoleto

196

Tecnomeccanica Magrini ospita gli studenti dell’Istituto tecnico di Spoleto. Una visita all’azienda per poi andare insieme a loro al MECSPE di Parma, la più grande manifestazione italiana della manifattura 4.0

Avvicinare il mondo dell’istruzione a quello dell’industria attraverso le aziende del territorio. È così che l’azienda di Campello sul Clitunno Tecnomeccanica Magrini srl, specializzata nella produzione di componenti di meccanica di precisione, ha coinvolto alcuni studenti delle classi V dell’Istituto tecnico tecnologico di Spoleto con indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia e ha aperto loro le porte dell’azienda. Gli studenti, inoltre, ospiti dell’azienda, hanno avuto l’occasione di visitare il MECSPE di Parma, la più grande manifestazione italiana della manifattura 4.0 che si è svolta dal 28 al 30 marzo. Un luogo d’innovazione e riferimento della manifattura 4.0 italiana e internazionale che offre la panoramica più completa e aggiornata sui più importanti trend del mercato.

“Da sempre la nostra azienda – ha sottolineato Gianluca Magrini che nel 2002 ha fondato Tecnomeccanica e che è anche vice presidente della sezione di Spoleto-Valnerina di Confindustria Umbria – coinvolge i propri collaboratori nella partecipazione alle più importanti e innovative fiere di settore. Quest’anno abbiamo voluto estendere questa opportunità ad alcuni studenti del territorio che frequentano un corso di studi attinente alla nostra attività industriale. Siamo convinti che venire a contatto in modo diretto con il mondo della produzione possa essere un utile supporto per orientare le scelte professionali delle giovani generazioni”.

I quindici studenti coinvolti, accompagnati dal dirigente scolastico Mario Lucidi e dell’insegnante di Meccanica Alessandra Laganà insieme ai circa 45 collaboratori dell’azienda spoletina, subito dopo la visita aziendale, sono partiti alla volta di Parma. Peraltro quest’anno la Fiera, da sempre attenta al tema della formazione, aveva un ricco calendario di iniziative volte proprio ad avvicinare cultura e conoscenza applicata e a soddisfare il fabbisogno di competenze tecniche espresso dalle aziende.