Più prevenzione per il tumore alla cervice uterina

416

“Dal 2018 verrà ampliata la fascia di popolazione femminile umbra chiamata allo screening, con il test Hpv, per la prevenzione del tumore della cervice uterina, coinvolgendo anche le donne fra 30 e 34 anni e non più solo quelle fra 35 e 64, passando così da 200 mila a 225 mila interessate”

: lo ha reso noto l’assessore regionale alla Salute, Luca Barberini.

“La Regione – ha detto l’assessore – punta sulla prevenzione della salute delle donne, con esami più mirati e appropriati nella ricerca del Papilloma virus, che rappresenta la causa principale di cancro al collo dell’utero. Il test primario, che consente di identificare l’eventuale presenza di questo virus, verrà offerto a tutte le donne fra 30 e 64 con chiamata ogni cinque anni, mentre le ragazze fra 25 e 29 anni continueranno a fare lo screening con il Pap-test ogni tre anni. Ovviamente, resta garantito il percorso d’urgenza. L’obiettivo è potenziare la prevenzione del carcinoma della cervice uterina”.

Fonte: Ansa.it