Sclerosi multipla, percorsi dedicati all’ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino

172

Sclerosi multipla, percorsi dedicati all’ospedale di Gubbio- Gualdo Tadino. Durante l’incontro con il maratoneta Marco Togni presentato il progetto che prevede ambulatori dedicati e un gruppo di auto mutuo aiuto nonché un punto di ascolto dell’Aism all’interno dell’ospedale

Marco Togni, il maratoneta volontario dell’Aism che sta attraversando a piedi l’Italia per far conoscere la sclerosi multipla, ha fatto tappa a Gubbio nel pomeriggio del 26 agosto per un incontro presso l’Auditorium dell’ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino che ha coinvolto, le amministrazioni comunali, la direzione medica del presidio ospedaliero e l’Aism (Associazione italiana Sclerosi multipla).

L’evento ha fornito l’occasione per presentare i progetti messi in atto dall’ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino per la sclerosi multipla e per dare il benvenuto all’Aism nell’ambito del progetto accoglienza dell’ospedale che, tra l’altro, prevede la partecipazione attiva dei fruitori dei servizi attraverso le associazioni di volontariato nella condivisione dei percorsi di cura. L’Aism avrà un punto di ascolto-informazione all’interno dell’ospedale condiviso con le altre associazioni. Inoltre nei vari incontri con Gianluca Pedicini, presidente provinciale dell’Aism e Annita Rondoni, consigliere nazionale Aism, sono stati condivisi dei progetti con la direzione medica di presidio e l’unità di Neurologia, che ha attivato da circa un anno un ambulatorio dedicato alla SMA con presa in carico di circa 20 pazienti.

“Il nostro impegno è prendersi cura della persona affetta da Sclerosi Multipla e del suo caregiver – ha affermato Teresa Tedesco, direttore medico del presidio ospedaliero Gubbio-Gualdo Tadino – con l’obiettivo della creazione di una rete clinico-assistenziale nel territorio Alto Chiascio finalizzata a garantire in ogni realtà il massimo delle cure”.

Tutte le attività verranno gestite da un team multidisciplinare composto da un neuropsicologo, uno psicologo, un neuroradiologo, un neurourologo, un oculista, fisioterapisti e logopedisti nonché assistenti sociali.

In questo contesto risulta di primaria importanza, come rimarcato dalla dottoressa Tedesco e dal dottor Gallina, il coinvolgimento dei medici di medicina generale con i quali saranno programmati incontri al fine di implementare la comunicazione territorio-ospedale, facilitando e indirizzando l’accesso delle persone a prestazioni diagnostiche e terapeutiche.

Entrando nel dettaglio del progetto è già operativo un ambulatorio dedicato ai pazienti affetti da sclerosi multipla con possibilità di erogazione farmaci nonché viene garantita la continuità assistenziale dal contatto diretto con il neurologo referente Antongiulio Gallina per la gestione delle urgenze e per le visite di secondo livello al fine di garantire la presa in carico del paziente affetto da Sma.

Presso l’unità di Neurologia dell’ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino, inoltre, vengono effettuati, grazie ai responsabili Tatiana Mazzoli e Silvia Cenciarelli, ricoveri diagnostici e terapeutici anche in day hospital nonché valutazioni neuropsicologiche.

 E’ stato attivato un gruppo di auto mutuo aiuto per la sclerosi multipla che permette a diverse persone di incontrarsi e confrontarsi ogni 15 giorni e, per chi ne fa richiesta, è attivo un ambulatorio di psicologia per sostegno psicologico e psicoterapia. L’intervento psicologico è un percorso che favorisce il processo di accettazione, adattamento e reazione alla malattia e serve a sostenere il paziente sul piano emotivo e, quando necessario, permette la cura di momenti di ansia o depressione reattiva.

“Ho deciso– ha spiegato durante l’incontro Marco Togni, maratoneta e ingegnere gestionale di 37 anni – di intraprendere il mio viaggio per le persone con sclerosi multipla per dare gambe a chi non riesce più a camminare e far conoscere alla popolazione questa malattia. Il mio cammino è iniziato a Genova, sotto il Ponte Morandi, il 17 marzo e terminerà, sempre nella città della Lanterna, il 30 novembre dopo 6mila chilometri e 259 giorni”.

All’incontro con Togni hanno partecipato Teresa Tedesco, direttore medico del presidio ospedaliero di Gubbio-Gualdo Tadino, Antongiuglio Gallina, neurologo referente dell’ambulatorio Sclerosi multipla, Cecilia Monacelli, psicologa-psicoterapeuta del distretto Alto Chiascio, Annita Rondoni, consigliere nazionale Aism, Barbara Vicari, assessore alle politiche sociali del Comune di Gualdo Tadino e Susanna Minelli in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Gubbio.