Foligno città dantesca, attiva una nuova app

128
Foto: Ansa

Percorsi turistici dedicati alle Cantiche della Divina Commedia

   

È attiva la app “Divina Foligno”, attraverso la quale Foligno celebra la sua storia come città dantesca e dedica i suoi percorsi turistici alle tre Cantiche della Divina Commedia.

A Foligno, nel 1472, venne infatti stampata la prima edizione del capolavoro di Dante Alighieri.

Il progetto “Divina Foligno” (il sito di riferimento è www.divinafoligno.com), è stato realizzato dalla rete di imprese Landmark e sviluppato in sinergia con il Comune nell’ambito del programma di “Agenda Urbana”. L’applicazione digitale consentirà nuove modalità di valorizzazione turistica e culturale, con approcci multimediali ed esperienziali, come le tecnologie 4.0.

Sono dieci i chilometri dei tre percorsi tematici e accessibili – Inferno, Purgatorio e Paradiso – che partono dalle porte della città e attraversano il centro, tra oltre 80 punti di interesse identificati da targhe esplicative. A queste si aggiungono 120 pannelli con la segnaletica di accompagnamento, cinque leggii installati nelle piazze principali con spiegazioni anche in braille e cinque pannelli di grandi dimensioni posti nei punti di accesso alla città, che introducono il visitatore all’esperienza di visita e sui quali si trova il QR code per scaricare la app e collegarsi al sito.

Il viaggio dentro la città non termina qui, ma c’è spazio per chi volesse scoprire itinerari esterni a Foligno. Sono indicati numerosi percorsi per ammirare le bellezze architettoniche, storiche e naturalistiche all’esterno del centro storico. Sono 13 gli itinerari extraurbani, da percorrere a piedi o in bicicletta, per toccare i più suggestivi luoghi del territorio, tra borghi antichi e parchi naturali ed archeologici.

Il sindaco Stefano Zuccarini ha espresso “grande soddisfazione” per il risultato raggiunto.

“Mancavano le indicazioni per i luoghi di interesse – ha proseguito – ora c’è un passo ulteriore attraverso le nuove tecnologie per valorizzare ancora di più la città di Foligno”.