Audizione in Senato del Presidente Strada della ceramica Toniaccini

51

Audizione in Senato del Presidente Strada della ceramica Toniaccini. Ascoltato dopo la presentazione del disegno di legge sulla  ceramica artistica

Il sindaco di Deruta, Michele Toniaccini, in qualità di presidente della Strada della ceramica dell’Umbria, ha preso parte all’audizione da parte dell’Ufficio di presidenza della Commissione Industria del Senato. In collegamento dalla sala del Consiglio del Comune di Deruta anche il sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti. Toniaccini, nel ringraziare per questo “alto momento di confronto e di ascolto che costituisce un nuovo passo avanti nella tutela e sviluppo dell’artigianato artistico”, ha sottolineato come

“l’audizione sia occasione non tanto per presentare le nostre richieste, quanto per fornire una prospettiva nuova sul settore della ceramica, conferita indubbiamente dal ddl ‘Misure per la tutela e lo sviluppo dell’artigianato nella sua espressione territoriale, artistica e tradizionale’, un disegno di legge presentato, fra gli altri, dai senatori Collina, Briziarelli e Modena che ringrazio. Il disegno di legge – ha proseguito – segna un passaggio fondamentale e storico per le imprese della ceramica artistica dell’Umbria, per i nostri artigiani e per i nostri territori. Per tale motivo auspichiamo che possa avere un iter e un esito positivi. A questo vorremmo rimarcare alcuni punti che sono di particolare interesse e altri che potrebbero essere integrati nel disegno di legge. Una nuova angolatura di lettura del documento che non è un mero elenco di punti da soddisfare, ma un libro scritto con una penna in ceramica, la quale è sintesi delle abilità dei nostri maestri ceramisti, dei colori della nostra terra, dei nostri profumi, del nostro passato, della nostra capacità di guardare avanti e di essere all’avanguardia, pur nel rispetto della nostra migliore tradizione. È simbolo della nostra identità. Un progetto che, se realizzato, produrrà, come un effetto domino, positivi riscontri sull’economia, sull’occupazione, sulla capacità attrattiva di questi nostri luoghi unici. Ma soprattutto determinerà la rinascita di un settore che è simbolo della nostra italianità, perché l’artigianato artistico tradizionale è il più bel biglietto da visita che si possa esibire ed è, sopra ogni altra cosa, straordinario patrimonio che non può essere disperso e che rappresenta un grande insegnamento, anche di vita, per i nostri giovani”.

Sulla necessità di una normativa “immediata e chiara” si è espresso il sindaco Presciutti.

“È indispensabile – ha sostenuto – avere urgentemente una norma chiara di riferimento e auspico che possa trovare velocemente il suo compimento in entrambi i rami del Parlamento. La velocità, in un periodo caratterizzato da una forte crisi economica e alle porte di una attesa ripresa, non è fattore secondario. È quanto ci chiedono anche i nostri artigiani e le nostre imprese: strumenti spendibili e velocità nei tempi”.