A Umbertide successo per le prime due date del Settembre Ottocentesco

51

A Umbertide successo per le prime due date del Settembre Ottocentesco. Si torna in scena il 12 e il 13 settembre

Bilancio più che positivo per le prime due date del Settembre Ottocentesco, la manifestazione organizzata dal Comune di Umbertide e dall’Accademia dei Riuniti, chiamata quest’anno a sostituire a causa dell’emergenza Covid-19 la rievocazione storica della Fratta dell’800.

Il via alla serie di eventi che si svolgono in tutti i fine settimana del mese al Museo di Santa Croce, è stato dato sabato 5 settembre alla presenza del sindaco Luca Carizia, dell’assessore alla Cultura Sara Pierucci, del direttore artistico Achille Junior Roselletti e della direttrice organizzativa Roberta Nanni.

Ad aprire il Settembre Ottocentesco è stato il concerto “L’Opera nel salotto dell’800”, dedicato alla patriota garibaldina Rose Montmasson. Introdotti da Vittorio Betti e Giuseppe Stefano Cavedon, il soprano Mariska Bordoni, il mezzosoprano Milena Josipovic, i tenori Emanuele Fagotti e Nicola Lucarelli, la pianista Sabina Belei hanno proposto al pubblico in sala famose arie d’opera di Gounod, Strauss, Puccini, Donizetti e Bizet.

Domenica 6 è stata la volta della conferenza-spettacolo “Prima persona femminile singolare”, realizzata dall’Università della Terza Età di Umbertide in collaborazione con l’Accademia dei Riuniti. Nel corso dell’evento la professoressa Pina Bisogni, insieme ad Achille Junior Roselletti e con gli interventi di Laura Ceccarelli e Mariano Tirimagni, ha condotto i presenti alla scoperta delle biografie di quattro donne carismatiche del XIX secolo: quelle della nobildonna e patriota Virginia Oldoini, dell’intellettuale Eleonora Florenzi, della garibaldina Antonia Masanello e della cantante lirica umbertidese Zelmirina Agnolucci. A portare il saluto dell’Amministrazione Comunale sono state la vicesindaco Annalisa Mierla e l’assessore Pierucci.

Il programma del Settembre Ottocentesco proseguirà sabato 12 settembre. Alle 21.15 e alle 22.30 si svolgerà il concerto “Serata con Rossini-La cucina del maestro in salsa musicale” interamente dedicato alle musiche del celebre compositore pesarese. L’evento vedrà la presenza, oltre che degli artisti dell’Accademia dei Riuniti, del Rossini Wind Quartet, di Andrea Meucci (flauto), Alessio Bonciani (oboe), Ivano Rondoni (clarinetto), Filippo Zambelli (corno), Stefano Rocchi (fagotto).

A seguire domenica 13 settembre, alle 21.15 e alle 22.00, andrà in scena “Il sabato del villaggio”, perfomance a cura della Asd Danza Nov’Art con coreografie a cura di Eleonora Forlucci.

Tutti gli appuntamenti del Settembre Ottocentesco sono ad ingresso gratuito e, per garantire la sicurezza e il rispetto della normativa anti Covid-19, prevedono la partecipazione di un numero limitato di spettatori.

Per info e prenotazioni è possibile chiamare il numero 370.3515135 (tutti i giorni dalle 17.00 alle 19.00) o scrivere alla mail info@accademiadeiriuniti.com.