Umbertide, masterclass del direttore dell’Orchestra del Festival di Sanremo

1373
   

Primo ospite d’eccezione ad Artist Academy Talent Reality, la nuova iniziativa promossa dall’accademia diretta da Michael Zurino e patrocinata dal Comune di Umbertide che mira a coltivare il talento di giovani con la passione per il canto. Fino a giugno i 27 concorrenti selezionati per la prima edizione del talent reality parteciperanno a lezioni, masterclasses e sfide, che verranno trasmesse anche in tv, a partire da dicembre, sull’emittente locale Retesole. E, come ogni talent che si rispetti, non mancheranno i grandi nomi, che affiancheranno i docenti di Artist Academy mettendo a disposizione dei giovani concorrenti il loro personale bagaglio di esperienza e professionalità nel campo musicale. Così la scorsa settimana Umbertide ha accolto il primo big di Artist Academy, il maestro Bruno Santori, musicista, pianista e direttore della prestigiosa orchestra del Festival di Sanremo. Prima di tenere la masterclass, Santori ha incontrato il sindaco Marco Locchi che lo ha omaggiato con un libro sulla storia di Umbertide. Quella di Santori è stata una vita interamente dedicata alla musica: iniziò a suonare il pianoforte a quattro anni e già a 14 raggiunse il successo con “Soleado” e “Linda bella linda” insieme al gruppo dei Daniel Sentacruz Ensemble che subito dopo lasciò per proseguire lo studio della musica classica e terminare il conservatorio. Dopo il diploma in Pianoforte, la carriera di Santori si è alternata tra musica classica e musica leggera, ha diretto prestigiose orchestre del panorama nazionale ed internazionale, ha fondato la Omnia Symphony Orchestra ed ha accompagnato i più grandi cantanti della musica leggera italiana. Un artista completo che nel nuovo spazio per la musica di San Francesco ha incontrato gli allievi di Artist Academy Talent Reality, ai quali ha parlato di tecnica musicale e mescolanza di generi, ma soprattutto ha dato un consiglio prezioso: per diventare cantanti non bisogna perseguire la strada del successo, bensì quella dell’insuccesso, ricordandosi che la musica è soprattutto amore.