Nasce il servizio Home Care: cure domiciliari qualificate

624

La cooperativa Il Quadrifoglio di Orvieto ha presentato, presso la Sala delle Quattro virtù ad Orvieto,  Home Care  il nuovo servizio di assistenza domiciliare che si rivolge a persone con esigenze socio-sanitarie assicurando interventi di carattere medico, infermieristico, riabilitativo ed assistenziale. Il servizio intende costruire  un modello di assistenza domiciliare complementare a quello pubblico che si caratterizza per un approccio multiprofessionale e multidisciplinare. La cooperativa Il Quadrifoglio lo ha ideato in collaborazione con “professionisti della salute”: infermieri, fisioterapisti, operatori socio sanitari, medici specialisti e psicologi. “Dopo che si erano rivolti alla nostra cooperativa – dice Andrea Massino Presidente Cooperativa Sociale Il Quadrifoglio –  figure giovani e qualificate nel campo infermieristico e fisioterapico indicandoci come una possibile via di sviluppo potesse essere quella delle cure domiciliari, abbiamo fatto un attenta analisi per mettere in piedi il progetto e ci siamo resi conto che nel settore dell’assistenza domiciliare fosse presente una fetta consistente di mercato nero con personale non sempre qualificato. Quindi abbiamo intrapreso la via che da 30 anni ci contraddistingue nel territorio dell’Orvietano come organizzazione no profit, cioè non rivolta al profitto ma mantenendo centrale la figura della persona e dell’utente mettendo in campo politiche che tentano di mantenere tariffe di basso profilo Low Cost, cercando così anche di far emergere quell’attività scoperta e non regolare abbastanza consistente.  Il nostro progetto è pionieristico per la nostra regione, perchè in un primo momento si rivolge all’utente pagante nell’immediato, ma pensiamo anche ad una possibile evoluzione futura come in altre regioni d’Italia reperendo fondi e risorse aggiuntive con cui possiamo andare ad abbattere il costo nei nuclei con minore capacità di spesa; oggi tentiamo di farlo costare il meno possibile per tutti, domani cercheremo di evolvere il sistema dove chi ha più paga un po di più, chi ha meno paga un pò di meno.” Questo servizio della cooperativa favorisce la conciliazione con i tempi di lavoro, ad esempio è possibile ricorrere all’operatore sanitario che prenota gli esami, ed effettua a domicilio il prelievo consentendo al paziente/familiare di risparmiare tempo (tempi di attesa al CUP, al centro prelievo). Si ispira ai principi del Case Management (valutazione, progettazione e realizzazione degli interventi) e vuole favorire azioni di sistema tra i diversi attori della comunità locale. “Il progetto – afferma Gino Terrezza Medico Geriatra e Responsabile Sanitario Home Care –   risponde ad un esigenza di un territorio costituito ormai da ultrasessantacinquenni che hanno difficoltà ad accedere personalmente ai servizi. Si pone l’obiettivo ambizioso di rispondere alle esigenze domiciliari del bisogno di salute. Organizza, tramite professionalità socio sanitarie, sia operazioni come prelievi, terapie infusive o programmazione della terapia per bocca per persone anziane che hanno difficoltà o che vivono da soli, sia interventi di più ampio respiro e molto più complessi, sempre rispettando il case management cioè prendendosi cura della persona a 360 gradi. Tutto questo sempre sotto la regia del medico di base che rimane il primo depositario della salute del paziente.” Con Home Care la cooperativa Il Quadrifoglio vuole raggiungere anche due obiettivi economici in termini di: creazione di nuovo occupazione per profili qualificati  (infermieri, fisioterapisti, operatori socio-sanitari) in una fase di non facile congiuntura economica;  e di emersione in un mercato spesso sommerso e poco qualificato come quello delle cure domiciliari. “La Cooperazione Sociale Umbra – dice Andrea Bernardoni Responsabile Cooperazione Sociale A.R.C.S. Di Legacoop Umbria – da tanto punta su servizi di evoluzione del sistema di welfare e li supporta, perchè si basano sulla deospedalizzazione e il potenziamento dei servizi territoriali. Un servizio di assistenza domiciliare che utilizza professionisti è una risposta adeguata ai bisogni crescenti presenti nella popolazione che invecchia sempre più e con famiglie frammentate ha difficoltà a prendersi cura dei propri anziani. Il futuro è questo, la collaborazione tra attori pubblici e attori privati su tutto il territorio regionale.” La cooperativa sociale Il Quadrifoglio è stata fondata nel 1985, progetta ed eroga servizi socio-sanitari ed educativi e in particolare servizi di assistenza domiciliare a persone anziane, disabili e minori affiancando le famiglie nel lavoro di cura. La cooperativa dal 2005 ha ottenuto la certificazione di qualità UNI EN ISO 9001 e verifica puntualmente gli standard qualitativi delle proprie prestazioni utilizzando professionisti formati e in possesso di tutti i requisisti previsti dalle norme vigenti.