Incontro sanità a Gubbio, le precisazioni sul comunicato stampa del Comune

231
   

In merito al comunicato stampa diramato nella giornata di oggi dal Comune di Gubbio ed avente ad oggetto “Sanità, incontro tra direttori, amministrazione e cittadini”, il direttore generale dell’Usl Umbria 1, Massimo Braganti, nella parte di testo che lo riguarda ritiene opportuno fare alcune precisazioni e chiede di pubblicare quanto di seguito riportato. “Il dottor Braganti ha spiegato come, a causa della cronica mancanza di medici imputabile principalmente al numero chiuso, ma anche ai vincoli ministeriali non ultimo il patto di stabilità, attualmente le nuove assunzioni sono estremamente difficoltose per mancanza di candidati. La manifestazione di interesse è andata deserta due volte, e la strada che si sta provando perciò a percorrere, di concerto con i sindacati, è quella di richiamare medici in pensione, che possano continuare a garantire il servizio specie nei territori più disagiati, nonché la possibilità di poter garantire, grazie alla disponibilità di un professionista presente almeno una volta alla settimana, servizi essenziali quali ad esempio la compilazione delle ricette per i farmaci. Stiamo facendo tutto il possibile per reperire professionisti disponibili per garantire tali servizi”.