Ddl Zan: “Nel vocabolario delle destre manca parola diritti”

71

La nota dell’Onorevole Verini (Pd)

“Fin dalla prima lettura alla Camera, le destre hanno praticato ostruzionismo e combattuto contro la proposta di legge che contrasta l’omofobia. Al Senato hanno continuato, dimostrando come queste destre non abbiano proprio nel loro vocabolario e nella loro testa le parole diritti e diritti civili. E che il loro orologio della modernità ha le lancette ferme”.
A dirlo è Walter VERINI, tesoriere nazionale e deputato Pd.
“Il Pd – riprende – ha combattuto una battaglia a viso aperto e per un Paese più giusto ed europeo. Ieri, utilizzando il voto segreto e la complicita’ di qualche spregiudicata forza politica, hanno fermato ddl Zan. È stato un colpo per il Paese, che suscita amarezza e dolore. Ma l’impegno e la battaglia per l’affermazione di diritti di civiltà continueranno e non potranno essere fermati”.