Provincia di Perugia: al lavoro per approvare il “bilancio di previsione”

729
 

Continuano i tempi difficili per le Province, ma, nonostante il taglio di 29milioni di euro subito nel 2017, “la Provincia di Perugia è sulla strada giusta per chiudere il Bilancio di previsione, contando sulle risorse attribuite con il decreto 150/17”. A riferirlo è il dirigente del Servizio Finanziario dell’Ente, Alberto Orvietani, che questa mattina ha preso parte ai lavori della Commissione Consiliare Permanente Bilancio – Affari Generali. Nel corso dell’incontro è stata accolta con favore la decisione, presa dalla Conferenza Unificata Stato-città ed autonomie locali, di prorogare il termine per l’approvazione del bilancio di previsione delle Province al 30 settembre. Una notizia estiva che porta aria fresca nel Palazzo, concedendo qualche mese in più per ragionare sulle cose da fare. Nell’illustrare la situazione dell’Ente, Orvietani ha poi messo in risalto la massima attenzione data nel documento contabile alle funzioni fondamentali dell’Ente: edilizia scolastica e viabilità. Proprio sul delicato tema della viabilità si è espresso il presidente della Commissione, Gino Emili, riferendo la necessità di procedere all’acquisto di un parco mezzi idoneo. “Rinnovare i mezzi a disposizione dei servizi – ha detto Emili – è indispensabile per diminuire gli elevati costi della manutenzione. Senza strumenti adeguati, inoltre, anche i nostri validi operatori si trovano in difficoltà”. Di seguito la Commissione ha preso atto dello scioglimento delle società del Gruppo Equitalia, a partire dal 1° luglio ed ha espresso parere favorevole all’unanimità per l’affidamento della riscossione coattiva delle entrate tributarie e patrimoniali all’Agenzia delle Entrate – Riscossioni e a Riscossione Sicilia SpA.