Primo trimestre 2015: bilancio positivo per la sezione Avis di Spello

790

Bilancio positivo per la sezione Avis di Spello che chiude il primo trimestre del 2015 con 78 donazioni di cui 3 relative a nuovi soci. Numeri che confermano il lavoro della sezione locale composta da 250 volontari che nell’anno appena trascorso sono aumentati del 3,34% rispetto al 2013; nello stesso periodo si è riscontrata anche una crescita delle donazioni che sono passate da 322 a 341 con un incremento del 5,9%; Di fronte a una media regionale che ha registrato nel 2013-2014 una variazione positiva di donazioni dell’1,42% (42.861 nel 2014 e 42261 nel 2013) la piccola realtà spellana si contraddistingue indubbiamente per la sua generosità. “Nonostante questi piccoli segnali positivi, c’è ancora molto da fare – commenta il presidente Stefano Cappelletti – donare il sangue è un gesto di solidarietà e di altruismo che permette di salvare la vita a chi si trova in una situazione di difficoltà, ma è anche un dovere sociale poiché nel corso della vita tutti potremo trovarci nella necessità di avere bisogno di sangue”.  E la sezione di Spello, nell’andare alla ricerca di nuovi donatori, punta sulle nuove generazioni. “Stiamo lavorando – spiega – per coinvolgere un numero sempre maggiore di giovani facendogli capire quanto sia importante fare questa esperienza e, soprattutto, condurre una vita sana fin da ragazzi”. Cappelletti inoltre precisa che per essere donatori basta aver compiuto 18 anni ed essere in buona salute; “basta recarsi – continua – al più vicino Centro trasfusionale, nel nostro territorio è quello presente nell’Ospedale di Foligno, e in poco tempo, in piena sicurezza, è possibile fare la donazione che rappresenta anche  una buona occasione per controllare la propria salute”. “Il buon risultato raggiunto, che mostra la sensibilità degli spellani rispetto ad una questione di grande importanza, quella appunto della donazione di sangue, non può che renderci orgogliosi – commenta l’assessore comunale alle politiche sociali Chiara Zuccari -. Certi risultati non arrivano a caso, né da soli. Il merito è tutto da riconoscere alla straordinaria e costante attività svolta dalla sezione Avis di Spello. Per questo il mio ringraziamento e il mio plauso va a tutti i volontari e al presidente Stefano Cappelletti che riveste questo ruolo con grande passione è incredibile impegno. Realtà come questa sono imprescindibili e vanno sostenute e incentivate perché danno anche la misura del senso di comunità, sempre molto forte e identitario per ogni spellano. Concludo porgendo all’Avis di Spello i miei migliori auguri per le iniziative future, certa che saranno apprezzate dai cittadini e che incontreranno il sostegno dell’amministrazione comunale per il loro alto profilo”.