Piste ciclabili, inaugurazione del raccordo di Spoleto

737
L'assessore Chianella al convegno di alta scuola a Orvieto
 

“Con l’inaugurazione del raccordo ciclabile fra la ciclovia Spoleto-Assisi e l’ex ferrovia Spoleto-Norcia, oggi aggiungiamo un nuovo tassello alla rete delle ‘vie verdi’ dell’Umbria, confermando l’impegno per lo sviluppo e il collegamento delle infrastrutture di mobilità ecologica così da raggiungere tutti i principali centri della regione”.

È quanto sottolinea l’assessore regionale alle Infrastrutture, Giuseppe Chianella, che questo pomeriggio parteciperà all’inaugurazione del raccordo ciclabile di Spoleto. Il percorso cittadino è stato realizzato con un finanziamento regionale di 410mila euro.

“Il tratto urbano si collega anche alla stazione ferroviaria e consente la connessione per chi arriva in treno con bicicletta al seguito – rileva l’assessore – Mette in collegamento i 51 chilometri della ciclovia che unisce le città di Spoleto e Assisi, un percorso tra i più lunghi a livello nazionale ed europeo, con gli oltre 20 chilometri della ex ferrovia recuperati e oggi in esercizio in continuità, che quindi costituisce l’asse ciclabile principale per il territorio della Valle Umbra e della Valnerina”.

“È volontà della Regione Umbria – aggiunge – assicurare il completamento del tratto che ora interrompe la continuità del percorso della ex ferrovia. Si avrà così a disposizione un itinerario di oltre 100 chilometri a facile percorribilità, che tra l’altro collega due importanti luoghi della spiritualità umbra, quali Assisi e Norcia, connettendo inoltre le aree dei Parchi del Monte Subasio e del Nera con il Parco Nazionale dei Monti Sibillini”.

Per valorizzare il percorso “va favorito lo sviluppo di una rete diffusa di collegamento dei centri urbani con il sistema ciclovia/ex ferrovia, anche utilizzando il patrimonio della viabilità cosiddetta ‘minore’ costituita da strade locali a bassa o nulla intensità di traffico che abbondano in questo territorio”.

“L’Umbria – prosegue Chianella – si vuol caratterizzare sempre più dunque come ‘amica della bicicletta’ e in questo rappresenta un ulteriore stimolo, oltre che un riconoscimento di quanto è stato fatto, il primo premio che proprio la ‘Assisi-Spoleto-Norcia’ ha ottenuto quale migliore via verde d’Italia nell’ambito dell’Italian Green Road Award 2015, che ha premiato il cicloturismo italiano di eccellenza”.

“La rete ciclabile regionale – conclude l’assessore – è importante per una fruizione più attenta e consapevole del territorio e per la forte attrattività turistica che esercita. Ha portato e sta portando benefici considerevoli all’economia dell’intera regione, andando a incidere su un settore in forte espansione. Per questo siamo impegnati a garantire il suo sviluppo e la sua valorizzazione e promozione”.