Perugia, presentato in Piazza del Melo il progetto gratuito rivolto ai giovani tra i 14 e i 35 anni

183
   

E’ stato presentato questa mattina a Perugia, nella sala San Tommaso in piazza del Melo, il progetto Spazio Musica, il centro musicale, diretto dai Laboratori Musicali di Giò in collaborazione con Amatori Nuoto e Nice Group, aperto dal lunedì al sabato con orario 15-19.

Hanno partecipato il sindaco Andrea Romizi, il vicesindaco Gianluca Tuteri, l’assessore allo sviluppo economico e alla partecipazione Gabriele Giottoli, la rappresentante dei Laboratori musicali di Giò, Gioia Fruttini, insieme a Mauro Brugnoni in rappresentanza di Libertas Amatori Nuoto e Nice Group, e il dirigente del Comune di Perugia Roberto Ciccarelli. La conferenza stampa è stata preceduta da una performance musicale che ha visto protagonisti quattro studenti universitari: Lucrezia Vagnetti, Lou Nathalie Morelli, Raffaele Melloni e Enrico Bernardini.

Il progetto Spazio Musica è stato voluto e ideato dal Comune di Perugia tramite l’assessorato alle politiche giovanili, ed è rivolto ai giovani di età compresa tra i 14 e i 35 anni, residenti o domiciliati nella zona sociale 2 (Comuni di Perugia, Corciano e Torgiano).

Tutti i soggetti interessati potranno condividere la loro passione per la musica accedendo gratuitamente a corsi, masterclass, eventi, sala prove e di registrazione sotto la supervisione di professionisti: Gioia e Federica Fruttini docenti di pianoforte, Silvia Pierucci docente di canto, Gerardo Grande docente di chitarra, Alessandro Tenerini tecnico audio e produzione.

La direttrice artistica Gioia Fruttini ha sottolineato il crescente interesse per il progetto, che “già conta 40 iscritti e cento manifestazioni di interesse”. Proprio domani, quindi, “per 40 ragazzi si terrà la masterclass con Claudia Calì che, a febbraio, sarà seguita da quella dedicata alla scrittura con Enrico Bianchi”.

“I giovani sono da tempo al centro delle politiche di questa amministrazione – ha ricordato il vicesindaco Tuteri -. Spesso si parla di loro, ma ciò che conta davvero è essere fattivi. Per questo in piazza del Melo sono state avviate importanti attività secondo un approccio preciso, che consiste nell’analizzare i problemi e nel cercare di individuare le soluzioni. Così, nel periodo del Covid abbiamo aperto, primi in Italia, un servizio di ascolto e di aiuto psicologico rivolto ai giovani che è diventato un modello anche per altre realtà territoriali e che ha superato un migliaio di utenti. Oltre alla rilevazione del disagio giovanile, abbiamo messo in campo anche attività di contrasto di tale disagio che consistono nell’offrire opportunità alternative. Abbiamo quindi voluto Spazio musica perché la musica è una forma di comunicazione mai divisiva e più utile delle parole per fare comunità. Un ottimo strumento, dunque, per creare quell’aggregazione che contrasta il principale nemico del benessere psicologico: la solitudine. Per contesto non potevamo che scegliere una piazza, luogo di socializzazione per eccellenza”.

“Piazza del Melo – conclude Tuteri – con questa ulteriore attività è il prototipo del nostro percorso ideale verso la creazione di altri luoghi in città per contrastare la solitudine così come il disinteresse e l’apatia che spesso, nei giovani, causano una perdita di desiderio e curiosità, fattori da stimolare, invece, come fondamentali motori della crescita. In tal modo intendiamo cogliere l’opportunità per ridisegnare gli spazi pubblici dal punto dei ragazzi e sanare quel divorzio che l’urbanistica del passato ha creato tra loro e la città. E’ necessario pensare prima alle persone e poi alle cose”.

Secondo l’assessore Giottoli, “l’amministrazione ha il compito di dare opportunità più che speranze, di perseguire obiettivi e di realizzarli, e qui c’è una piazza da utilizzare appieno. Da questo luogo possono nascere proposte per la città se i ragazzi capiranno che la città e il futuro appartengono a loro. Presto inizieranno anche lavori di riqualificazione destinati a garantire altri spazi di aggregazione”.

IL PROGETTO – L’iniziativa denominata “Spazio Musica” è stata finanziata nell’ambito del più ampio progetto territoriale “Spazio Benessere Giovani – tra Musica e Parole” con le risorse del Fondo Nazionale Politiche Giovanili 2022 per la realizzazione dei progetti territoriali.

Si tratta di un luogo dove i giovani possono incontrarsi e, attraverso il linguaggio universale della musica, scavalcare disagi individuali, diversità e pregiudizi. Un vero e proprio centro di creatività musicale dove alimentare l’interesse per il mondo della musica, valorizzare talenti locali, favorire lo scambio di idee e competenze e dove rendere accessibile a tutti la musica, intesa come formazione, arricchimento culturale e momento di sana aggregazione. L’intervento, infatti, intende promuovere e favorire tra i giovani lo svolgimento di attività legate alla produzione musicale, da valorizzare sia come risorsa professionale e socio-ricreativa, sia come canale per l’inclusione comunitaria e partecipata dei ragazzi. Un insieme di servizi diretti a supportare i giovani nel loro percorso di crescita e nella realizzazione delle proprie passioni.

Non mancheranno sinergie con associazioni e realtà del territorio che operano con gli stessi intenti di promulgazione della cultura legata alla crescita culturale e sociale dei giovani. Poiché questa nuova realtà nasce come centro di benessere sociale tra “Musica e Parole”, il filo conduttore che accompagnerà sia il lato didattico che quello creativo sarà’: la canzone. Verranno esplorati i mondi dei cantautori e delle band più poliedriche del panorama musicale che permetteranno agli utenti di conoscere percorrere e analizzare stili e generi musicali diversi e approfondire tematiche attuali vicine alla vita quotidiana dei giovani attraverso l’interpretazione dei testi. La sala dispone di una strumentazione base che potrà soddisfare le esigenze di giovani con un’estrazione musicale sia classica o jazz sia pop: pianoforte a coda, tastiera digitale con tasti pesati, chitarra elettrica e acustica, batteria, strumentazione per registrazioni audio.

Durante il periodo di apertura di Spazio Musica, saranno presenti giovani videomaker che attraverso i social terranno aggiornato il pubblico esterno su ciò che accade all’interno dentro dello Spazio.

L’intervento Spazio Musica fa parte del progetto “Spazio Benessere giovani – tra musica e parole”, cofinanziato dal Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale e dalla Regione Umbria per la Zona Sociale 2 (Perugia, Corciano e Torgiano).

APPUNTAMENTI – Sabato 13 gennaio a Spazio Musica si terrà una Masterclass a cura della docente Claudia Calì, “Assistant Professor of Music Education” presso il Queens College di New York negli Stati Uniti, con cui verrà svolto un percorso parallelo “a distanza” che si concluderà con un confronto tra giovani di realtà diverse accomunati dalla stessa passione per la musica.

Per informazioni: 3770964210, info.spaziomusicapg@gmail.com.

Per partecipare al progetto è necessario esprimere la propria manifestazione d’interesse compilando l’apposito form disponibile al seguente link https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfQwXYGSb3_bbzkOs7LlhrAJmHCcStLJQPnlk0Hy3MyfYwOYg/viewform?fbclid=PAAaZY34tmLiu45TABZ-VrIP6TLD6HOnpqPiGYC66XQXg7_-owpePxZSCWM0Y_aem_AXpS5YLrgFQORCqgc8b0FYOJwJqhkLeM_Nurj-Nywwh-3TaGnvTczTfSpD0H_y6Dv50.

Successivamente i partecipanti dovranno confermare l’iscrizione recandosi fisicamente presso i locali di Spazio Musica in piazza del Melo dal lunedì al sabato nella fascia oraria 15-19. In base al numero delle iscrizioni, infatti, sarà possibile aprire, eventualmente, nuove classi di docenza.