Nuova cura per l’asma all’ospedale di Perugia

496
Perugia: raro intervento chirurgico, operato un bambino
 

Viene ora impiegata anche nel reparto di pneumologia dell’ospedale di Perugia, tra i primi in Italia, la tecnica di termoplastica bronchiale per la cura delle forme più gravi di asma che non rispondono ai farmaci. Si tratta di una procedura mininvasiva, eseguita mediante un broncoscopio con l’erogazione di radio frequenze sulla parete bronchiale. “L’asma grave dei nostri pazienti si manifesta con una broncocostrizione eccessiva delle vie aeree, che provoca una grave compromissione della funzionalità respiratoria” ha spiegato il dottor Maurizio Dottorini, direttore della struttura di Pneumologia e Unità di terapia respiratoria. “La riduzione del muscolo liscio – ha aggiunto – contribuisce a ridurre la capacità di costrizione delle vie aeree, attenuando così la gravità della patologia”. “Considerata la elevata diffusione della patologia anche in Umbria, abbiamo dotato il nostro centro di una apparecchiatura innovativa” ha sottolineato il direttore generale dell’Azienda ospedaliera Emilio Duca. (fonte: Ansa.it)