La cucina dello chef Alessandro Circiello protagonista di “Cancelloni Experience”

1712

La cucina dello chef Alessandro Circiello protagonista di “Cancelloni Experience”. Dagli studi Rai alla cucina dell’azienda perugina

Conoscere gli alimenti e le loro proprietà per decidere cosa mettere nel piatto e, soprattutto, come. È stato all’insegna del “mangiar sano” il primo workshop di “Cancelloni Experience”, il cartellone di eventi formativi per i professionisti della ristorazione e dell’hotellery organizzato dall’omonima azienda di Magione, che andrà avanti per tutto il 2018, alternando sessioni live di esperti del settore a lezioni di marketing e management. A tenere la masterclass sul tema “cucina e benessere”, lunedì 19 febbraio, non poteva che essere lo chef Alessandro Circiello, volto noto di trasmissioni Rai e La7 che con i suoi libri, i suoi programmi tv e la sua attività di consulente presso enti pubblici e organizzazioni tra cui il Ministero della Salute, è ormai diventato un’istituzione nel mondo della cucina salutare italiana. Proprio come un professore sale in cattedra, lo chef si è messo ai fornelli e con l’aiuto di sei allievi dell’istituto alberghiero di Assisi – due in cucina, due in sala e due all’accoglienza – ha illustrato la preparazione di tre piatti sfiziosi e buoni per il nostro organismo, davanti a una platea di professionisti del settore. Tra i banchi, a prendere appunti, anche la maestra d’asilo perugina Giovanna Rosanio, che ha partecipato di recente al talent show di Sky Masterchef.

Ad aprire l’evento è stato il presidente Fabio Cancelloni, che ha ringraziato i suoi clienti per aver aderito numerosi all’iniziativa:

“Quando i clienti vengono in azienda, per noi è il momento più bello: è il senso del lavoro che cerchiamo di fare ogni giorno per soddisfare tutte le loro necessità. Fino a qualche anno fa – ha aggiunto, presentando l’ospite – abbinare il concetto di cucina a quello di salute aveva scarso successo, oggi invece è ormai noto che sono due aspetti che insieme funzionano alla perfezione».  Gli eventi in azienda, ha affermato la vicepresidente Simona Cancelloni, «sono un modo di condividere i nostri valori di qualità, eccellenza e attenzione al territorio e alle persone”.

Nell’illustrare la preparazione dei piatti – insalata di baccalà, sandwich di tonno e orzo perlato mantecato con rape rosse e capesante – lo chef Circiello, sollecitato dalle domande del giornalista Riccardo Marioni, ha dispensato consigli sui metodi di cottura, sulla scelta degli ingredienti e soprattutto sui loro abbinamenti. E così i presenti, tra una spadellata e l’altra, hanno imparato che

“il succo di melagrana abbinato alle olive è un potente antiossidante», che «un po’ di rosmarino fresco in cottura annienta le molecole nocive della carne rossa», e ancora che «i benefici della curcuma sono esaltati dall’abbinamento al pepe nero», mentre i «peperoni crudi sono meglio di quelli cotti, perché più digeribili e ricchi di vitamina C”.

Ma al di là delle linee guida da seguire, qualche strappo alla regola è consentito:

“Sia al ristorante che nella vita quotidiana – ha detto Circiello – la scelta vincente è ponderare, diversificare. Anche un panino, con ingredienti buoni, può essere un ottimo pranzo. L’hamburger si può mangiare, ma non troppo spesso».  E in Italia, le possibilità di variare e di mangiare prodotti eccellenti non mancano di certo: «Domani sarà inaugurato al Mibact l’anno del cibo italiano: almeno a livello di alimentazione siamo leader nel mondo – ha ricordato lo chef – a casa nostra abbiamo una grandissima biodiversità, soprattutto nel mondo dell’ortofrutta, ma a volte per renderci conto di quanto è importante l’agroalimentare italiano dobbiamo andare dall’altra parte del mondo”.

Il prossimo evento di “Cancelloni Experience”, un open day sulla prima colazione, si terrà mercoledì 7 marzo. Per informazioni e prenotazioni è possibile scrivere direttamente allo staff tramite la sezione “Richiedi informazioni” del sito internet http://www.cancelloni-experience.it.

Alessandro Circiello

Nato a Roma il 5 ottobre 1978, consegue il diploma negli studi alberghieri e lavora in diversi alberghi di lusso per poi passare all’ “Hotel Lord Byron” di Roma (una stella Michelin). Quindi si perfeziona attraverso diversi corsi presso l’Istituto Superiore Arti Culinarie Etoilè di Venezia. Dopo esperienze in ristoranti stellati in Lussemburgo e a Strasburgo inaugura, come chef e proprietario, il Ristorante Tagliacozzo in provincia dell’Aquila: il primo anno viene inserito nella Guida  Michelin e nella Guida del Gambero Rosso. In seguito inaugura il Ristorante Santa Lucia adiacente a Piazza Navona in Roma. Consulente gastronomico per diverse aziende e testimonial in eventi mirati alla sana e corretta alimentazione, crea il brand “La salute vien mangiando”, con il quale realizza molteplici iniziative, eventi e corsi di cucina salutare. È membro della Commissione Nutrizione e Sicurezza degli alimenti del  Ministero della Salute, per cui realizza diversi ricettari ed eventi come la “Tre giorni per la salute” e della giuria internazionale sull’alimentazione ITQI in Bruxelles . Pubblica diversi libri editi da Rai Eri e debutta in televisione su Mediaset e Cnn International, per poi condurre numerose rubriche nei programmi Rai. Attualmente ha uno spazio nel programma di Rai1 “Buongiorno Benessere”, su Rai Gulp conduce il programma  “Ricette a Colori” e ha una rubrica nel programma “Nex Tv”, mentre realizza delle pillole su cosa si nasconde dietro ciò che mangiamo a “Di Martedì” su La7.