Inaugurata la Mostra dedicata al Tempio della Consolazione di Todi al Parlamento Europeo di Bruxelles

269
   

E’ stata inaugurata, questa mattina, la mostra interamente dedicata al rinascimentale Tempio della Consolazione di Todi, allestita all’interno dello spazio espositivo del Parlamento Europeo di Bruxelles. La mostra è stata realizzata grazie e per volontà dell’Europarlamentare Francesca Peppucci, in sinergia con l’Amministrazione Comunale di Todi e ETAB, l’ente che ha la proprietà del Tempio. L’ Umbria è dunque di nuovo protagonista in Parlamento Europeo, e questa volta grazie a Todi, con il Tempio di Santa Maria della Consolazione, il più importante simbolo dell’umanesimo italiano.

“Essere protagonisti nel cuore d’Europa con il Tempio della Consolazione- dichiara l’Europarlamentare Francesca Peppucci (FI-Gruppo PPE)- è una grande occasione di promozione e valorizzazione non solo della città di Todi, ma anche della Regione Umbria e dell’Italia intera. Mettendo al centro il territorio di Todi tramite il Tempio della Consolazione, si evidenzia come bellezza, storia e cultura, sono colonne del nostro vivere e della nostra quotidianità- continua l’On. Peppucci (FI-Gruppo PPE)- un patrimonio da conservare e proteggere ma allo stesso tempo da diffondere per permettere a tutti di poterne usufruire”

A fare da cornice a questo capolavoro in mostra, le voci del Coro Madre Speranza, invitate dall’ On. Peppucci, per la solenne occasione, che dirette dal Maestro Marco Venturi, da anni contribuiscono a diffondere non solo il nome della Beata Madre Speranza nel mondo, ma anche la capacità che un territorio riesce ad esprimere attraverso la musica liturgica e non solo, come ha piacevolmente ricordato l’On. Peppucci.

Parole di grande apprezzamento anche da parte del Sindaco Di Todi, Antonino Ruggiano, presente a Bruxelles: “E’ motivo di grande orgoglio per il Comune di Todi essere qui a Bruxelles a rappresentare la nostra città, insieme a Etab, e a presentare alla comunità internazionale e al Parlamento europeo uno dei gioielli dell’arte rinascimentale mondiale. Grazie all’On. Peppucci, siamo in grado di essere al centro della vita comunitaria con una delle nostre eccellenze – commenta il Sindaco – La mostra che presenterà la Consolazione e che ha visto la partecipazione di tanti cittadini e del Coro di Madre Speranza, presenta un aspetto interessantissimo, ossia lancia la campagna di promozione della nostra città per il 2024 e siamo sicuri che i risultati che otterremo saranno all’altezza delle nostre aspettative”

Anche il Presidente di Etab La Consolazione, Leonardo Mallozzi, ha voluto esprimere la sua gratitudine: “Ringraziamo L’Onorevole Peppucci per questa importante opportunità che oltre a far conoscere e promuovere il territorio in tutte le sue forme tramite un attrattore turistico fra i più importanti del Rinascimento italiano, il Tempio della Consolazione, ci consente anche di attirare attenzione verso uno dei monumenti che ha bisogno di cure specializzate ed onerose- sottolinea Mallozzi- e quindi anche di attrarre la sensibilità di investitori privati e capitali, derivanti da finanziamenti pubblici, che possono aiutarci a tramandare ai posteri questo importante avere”

Una grande emozione anche per il Coro Madre Speranza nel partecipare a questo evento “Come Maestro del coro Madre Speranza sono onorato di poter portare la nostra esperienza musicale e il nome della nostra città e del nostro Santuario di Collevalenza in questo importante luogo- le parole del Maestro Marco Venturi- Speranza è il nome della Beata che ha fondato il Santuario e l’ordine dell’amore misericordioso, speranza è l’augurio che vogliamo portare anche al Parlamento Europeo e a tutti coloro che ci lavorano”

Il nuovo anno è iniziato ancora con i riflettori puntati sul “cuore verde d’Italia” per far conoscere le tante realtà, ricche di storia, cultura e fascino che da secoli ispirano in bellezza, appartenenza e rappresentano la Regione Umbria nel mondo intero

“Nell’ambito della mia attività parlamentare – conclude l’On. Francesca Peppucci – ho sempre cercato di creare opportunità per la Regione Umbria ed oggi questo ulteriore evento che viene organizzato in Parlamento europeo, mostra come anche i piccoli territori possono esprimere eccellenze e capolavori che il mondo intero guarda e a cui si ispira”