Gubbio, giornata internazionale della donna: un mese di eventi

379

L’assessore Simona Minelli: “L’8 marzo una occasione per riflettere sulle conquiste raggiunte, ma anche per analizzare le sfide ancora presenti. Una Giornata che è anche l’occasione per ribadire la necessità di una rivoluzione culturale che sfidi il patriarcato in tutte le sue manifestazioni”

   

In occasione della Giornata Internazionale della Donna, l’assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Gubbio si fa portavoce di un impegno costante verso la promozione dell’uguaglianza di genere e la valorizzazione della voce femminile nella società.

“Consci delle sfide ancora presenti nella lotta per l’equità di genere – sottolinea l’assessora alle Pari Opportunità Simona Minelli –  vogliamo affermare che la Giornata Internazionale della Donna non è solo una celebrazione, ma un richiamo all’azione. Oggi, più che mai, è infatti cruciale unire le forze per sfidare gli stereotipi, abbattere le barriere e promuovere un mondo in cui ognuna possa esprimersi liberamente, senza alcun timore o discriminazione. La Giornata Internazionale della Donna è anche l’occasione per ribadire la necessità di una rivoluzione culturale che sfidi il patriarcato in tutte le sue manifestazioni. Questa giornata diventa l’occasione per riflettere sulle conquiste raggiunte, ma anche per analizzare le sfide ancora presenti. Il femminismo, lontano da una visione isolata, si configura come un invito a una riflessione condivisa sulla necessità di costruire una società più giusta e inclusiva per tutte e tutti. Gli eventi programmati non sono semplici appuntamenti, ma opportunità di approfondimento e dialogo che abbiamo voluto diluire durante tutto il mese di marzo e oltre, proprio per affermare la necessità di affrontare questa tematica non solo un giorno ma tutti i giorni”.

Dal confronto sulle politiche a sostegno delle madri, alla presentazione del libro “Il femminismo non è un brand”, fino al monologo “Brutta”, ogni momento è pensato per alimentare una discussione articolata sulle tematiche relative alla parità di genere.

“Tutta la comunità – sottolinea l’assessora – è chiamata a partecipare attivamente, contribuendo a costruire un mondo in cui ogni donna possa essere libera di essere se stessa, senza limiti, pregiudizi, discriminazioni e violenza, per un rinnovamento della visione femminile e un invito a riscrivere il futuro con l’inchiostro dell’uguaglianza”.

Questi gli eventi patrocinati dal Comune di Gubbio e dalla Commissione Pari Opportunità, programmati e organizzati in collaborazione con l’associazione La Città delle Donne, lo Sportello Lilla, il Gruppo di lavoro per il contrasto alla violenza di genere dell’ordine degli psicologi e delle psicologhe dell’Umbria e l’associazione Libera…Mente Donna.

  • 8 Marzo ore 19.00: inaugurazione mostra itinerante “Donne reali, Corpi veri”; il diritto di ognuna di sentirsi bene nel proprio corpo, al di là di ogni stereotipo
  • 10 marzo ore 12.00: “Non è un paese per madri?” Politiche, benessere e diritti delle mamme in Italia. Con Barbara Leda Kenny, esperta politiche di genere, coordinatrice di inGenere.it, Nina Gigante , giornalista e content creator e Nadia Mosca
  • 15 marzo ore 18.3: incontro con Jennifer Guerra, scrittrice e attivista, presenta il suo nuovo libro “Il femminismo non è un brand” (Enaudi) in conversazione con Valentina Pigmei
  • 21 marzo ore 18.00: Alvaro Fiorucci presenta il suo libro “Il sangue delle donne”, interventi di Silvia Fornari dell’ Università degli Studi di Perugia e Simona Branchinelli associazione Libera…mente Donna
  • 19 aprile ore 18:30: “Brutta. Storia di un corpo come tanti”. Monologo di Giulia Blasi, scrittrice e formatrice, liberamente ispirato al suo libro “Brutta” (Rizzoli). A seguire Q&A con l’autrice che dialoga con il pubblico. Il 19 Aprile sarà inaugurata anche la mostra “RINASCITA DELLE DEE” a cura di RosaChiara_illustrations.

Tutti gli eventi si svolgeranno presso la Biblioteca Sperelliana del Comune di Gubbio.