Gubbio firma un’intesa con l’Associazione Famiglie 40 Martiri

385

Durerà dieci anni, prevista anche una somma che l’amministrazione riconoscerà ogni anno per le spese di cura del sito  

   

 

 

GUBBIO (08/07/2022) – Si è chiuso da poco il mese che il Comune di Gubbio dedica alla memoria e al ricordo delle vittime della violenza nazifascista, che quest’anno ha visto tutta la città coinvolta in due importanti momenti: le celebrazioni del 22 giugno, anniversario della strage dei Quaranta Martiri, uno degli episodi più efferati contro civili che l’Italia annovera nella sua storia, e quelle del 16 giugno, nel ricordo dell’eccidio nazista di Torre dei Calzolari, con quattro giovani vittime e un denominatore comune, la follia della violenza.

Nella ferma intenzione di continuare a progettare, coordinare e svolgere queste azioni fondamentali di memoria e ricordo, in collaborazione con l’“Associazione Famiglie Quaranta Martiri”, della quale fanno parte i familiari dei civili fucilati per rappresaglia nel 1944, il Comune di Gubbio ha stipulato una convenzione con la stessa Associazione. Tale convenzione, firmata dal sindaco di Gubbio Filippo Stirati, con delega alla Cura della Memoria, e dalla presidente dell’Associazione Famiglie Quaranta Martiri Onlus Laura Tomarelli, regolamenta i rapporti tra Amministrazione e Associazione in merito alle attività svolte dall’associazione stessa. In particolare vengono presi in esame i temi della valorizzazione del Mausoleo dei Quaranta Martiri e del Giardino della Memoria, soprattutto per quanto concerne la gestione dell’immobile del Mausoleo e dell’area verde di pertinenza, mediante segnalazione degli interventi ritenuti opportuni per la conservazione dell’area, e delle problematiche ad essa connesse. Il documento regolamenta inoltre l’organizzazione e la gestione delle cerimonie civiche e religiose per la ricorrenza del 22 giugno, l’organizzazione di attività di formazione culturale volte alla diffusione della conoscenza della storia dell’eccidio, del relativo contesto storico e più in generale alla sensibilizzazione verso i valori di pace, libertà, giustizia e solidarietà, l’organizzazione di attività e celebrazioni collegate ad eventi particolarmente significativi a livello sia nazionale che internazionale, come ad esempio la Giornata della Memoria (27 gennaio), la cura e la gestione dei rapporti con altre città, associazioni, ma anche gruppi o comunità che abbiano patito crimini compiuti contro la popolazione civile e l’analoga tragica sorte dei martiri eugubini.

La custodia dell’area del Mausoleo e del Giardino della Memoria rimane esclusivamente in capo al Comune di Gubbio, ma l’Ente sarà coadiuvato dall’Associazione nell’attività di gestione del Mausoleoe dell’area verde e nella organizzazione e gestione cerimonie commemorative, manifestazioni ed eventi. Il Comune di Gubbio effettuerà tutti gli interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione, sia nel Mausoleo che nel giardino circostante.

La convenzione è stata stipulata per dieci anni e prevede anche  che annualmente il Comune eroghi all’Associazione una somma di 2.500 euro a titolo di rimborso delle spese sostenute per la realizzazione di iniziative di valorizzazione del sito.