CERP: inaugurata sabato alla Rocca Paolina la mostra “La Caduceo racconta l’Onaosi”

1058
 

E’ stata inaugurata al CERP della Rocca Paolina di Perugia, la grande mostra “La Caduceo racconta l’ONAOSI”. Un percorso espositivo di oltre duecento tra opere, documenti, grafiche, fotografie, arredi, espressioni musicali e curiosità, organizzata dall’Associazione nazionale Caduceo, che sala dopo sala racconta l’ONAOSI, l’Opera Nazionale per l’Assistenza agli Orfani dei Sanitari Italiani, con gli occhi degli ex studenti. La Caduceo rappresenta infatti circa 3mila ex studenti e borsisti, presenti in Italia e all’estero; cioè tutti quei convittori, collegiali, universitari, orfani o paganti figli di sanitari, che hanno risieduto e studiato presso le strutture della Fondazione ONAOSI che ha sede a Perugia. All’inaugurazione erano presenti il prefetto Antonella De Miro, il consigliere regionale Attilio Solinas, il vice presidente della Provincia di Perugia Roberto Bertini, il sindaco di Perugia Andrea Romizi, l’assessore del Comune di Perugia Cristina Bertinelli, il presidente dell’Associazione nazionale Caduceo Massimo Melelli Roia, la responsabile del collegio ONAOSI Angela Sancricca, il curatore della mostra Giuseppe Marino Nardelli e Mario Squadroni, soprintendente archivistico dell’Umbria. Nel salutare la platea Roberto Bertini ha ricordato l’importanza di queste sale espositive che riescono sempre ad accogliere al meglio le mostre che ci vengono realizzate.

“L’Onaosi è una struttura molto importante per Perugia – continua Bertini-. In questa città si è costituito il primo collegio che poi ha visto ulteriori ramificazioni in tutta Italia. La grande presenza di pubblico di oggi dimostra quanto il collegio Onaosi sia parte integrante della città”.

”Con la mostra – spiega il curatore Giuseppe Marino Nardelli, consigliere della Caduceo – si vuole spiegare cos’è l’ONAOSI, raccontarne la storia, i meriti, le attività, le strutture attuali e antiche, indirettamente e intuitivamente la capacità di fornire occupazione e indotto. La mostra si sforzerà di delineare con documenti, immagini, ricordi e prodotti culturali e artistici degli “Ex”, le storie istituzionali di Fondazione ONAOSI e Associazione Nazionale “Caduceo”, ma soprattutto il modello formativo originario, che si è dimostrato vincente, pur nella consapevolezza che esso ha dovuto mutare ed adeguarsi ineluttabilmente per restare efficace ed al passo con i tempi”.

In esposizione nelle sale del CERP ci sono, quindi, le opere degli ex, una sezione dedicata ai libri antichi, una all’ONAOSI e la musica, la storia dell’Associazione Caduceo e una parte speciale, ricca di aneddoti e curiosità, dedicata all’attore e ballerino Rodolfo Valentino che, rimasto prematuramente senza padre, fu mandato a Perugia, presso il Collegio-convitto per gli orfani dei sanitari nel 1906. La mostra testimonia inoltre il legame dell’ONAOSI con l’artista perugino Gerardo Dottori. La mostra organizzata dall’Associazione nazionale Caduceo, con il contributo dell’ONAOSI e della Soprintendenza archivistica dell’Umbria e delle Marche, è allestita con la collaborazione della Provincia di Perugia e il supporto tecnico di Eureka System e Italy Solution. Si avvale del patrocinio della Regione Umbria e del Comune di Perugia.