Agroalimentare: a Perugia il forum “Agrofood China Export”

474

Si terrà domani, alle ore 15, al Salone d’Onore di Palazzo Donini, a Perugia il forum “Agrofood China export. Esportazione di prodotti agroalimentari in Cina, legislazione e procedure” nell’ambito del quale, alla presenza dell’assessore regionale all’Agricoltura, Fernanda Cecchini, verrà firmato un accordo di collaborazione fra 3A-Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria e Beijing-Ciq (Beijing Entry-Exit Inspection and Quarantine Bureau), l’organismo competente nel territorio di Pechino per le ispezioni e autorizzazioni in ingresso sui beni importati. L’interesse per gli scambi commerciali della Cina con l’estero nel settore agroalimentare che, sebbene gli anni di crisi compressa che sta vivendo il nostro Paese, rappresenta l’ambito di maggior dinamismo, sono andati via via aumentando e registrano trend positivi in particolare per il segmento vino ed olio. Nella cornice dei Paesi obiettivo che la Regione Umbria ha individuato per gli scambi di cooperazione internazionale e per la sigla di importanti accordi, la Cina è da anni terra con la quale si sono affinati importanti collaborazioni. Non ultima, a seguito della missione di marzo 2017, quella tra 3A-Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria e Beijing-CIQ, dipendente da AQSIQ (Ente ministeriale per l’ispezione e la quarantena cinese). Beijing-CIQ ha laboratori di analisi, tutti accreditati ISO 17025, di livello internazionale sulla sicurezza alimentare. È inoltre autorizzato ed accreditato dal CNAS (China National Accreditation Service), che è l’ente di accreditamento nazionale cinese. CNAS è membro della IAF (International Accreditation Forum), dove siede anche ACCREDIA (Ente di Accreditamento italiano), che accredita 3A – PTA quale organismo di certificazione. Fra le parti verrà appunto siglato domani, alla presenza dell’assessore Cecchini da tempo impegnata al sostegno dell’export delle imprese agricole ed agroalimentari umbre, un accordo di collaborazione finalizzato a supporto e formazione alle aziende che intendono esportare in Cina, scambio di know how, riconoscimento reciproco delle prove di laboratorio al fine di snellire le pratiche autorizzative, creazione di un logo congiunto per i prodotti agroalimentari. Sarà anche l’occasione per un’ampia discussione sulla legislazione e le procedure di esportazione alla presenza di tutti gli “stakeholders” di settore, con la volontà di affrontare anche il tema dei divieti relativi all’importazione dall’Italia dei prodotti ortofrutticoli freschi e delle carni. Sarà presente una delegazione composta da tre funzionari pubblici di BJCIQ: Sig. Qing Liu, Direttore generale; Sig. Yang, Direttore; Xia, Sig.ra Juan Zheng, Vice direttore. Inoltre partecipano tre imprenditori: Sig. Yitian Zhao (Shunxin Holdings di Pechino), Sig.ra Si Gong (Beijing Knight Alliance Wine Company Limited), Sig.ra Chenhui Zhang (Sherry) (Hongtian Yihua Gruppo). Per il Parco Tecnologico sarà presente l’amministratore unico, Massimiliano Brilli. Sono stati invitati a partecipare rappresentanti di: Ministero delle Politiche Agricole, Agroalimentari e forestali, Università degli Studi di Perugia, Università per Stranieri, Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche, Università dei Sapori e rappresentanti delle imprese agroalimentari umbre.