Usl Umbria 1: weekend all’insegna del glaucoma e dei tumori testa-collo

95

Usl Umbria 1: weekend all’insegna del glaucoma e dei tumori testa-collo. I temi sono stati trattati in due convegni svoltisi ad Assisi e Gubbio, entrambi il 19 ottobre.

Un fine settimana molto intenso per la Usl Umbria 1. L’Ente si è, infatti, reso promotore di due eventi, uno ad Assisi ed uno a Gubbio, entrambi tenutisi nella giornata del 19 ottobre scorso. I temi trattati sono stati il glaucoma e i tumori testa-collo.

La cecità legata al glaucoma si può prevenire. E’ stato questo l’argomento principale del convegno che si è svolto ad Assisi sabato 19 ottobre, nelle sale di palazzo Monte Frumentario. A confronto, insieme al dottor Giovan Battista Sbordone, responsabile della struttura complessa di oculistica della Usl Umbria 1, alcuni tra i maggiori esperti italiani della malattia.

Il glaucoma è una malattia oculare correlata generalmente a una pressione dell’occhio troppo elevata. Secondo l’Oms ne sono affette circa 55 milioni di persone nel mondo. Si tratta della seconda causa di cecità a livello planetario dopo la cataratta, ma è la prima a carattere irreversibile. In Italia si stima che colpisca circa un milione di persone e circa la metà non ne sarebbe a conoscenza perché non effettua visite oculistiche periodiche complete (con controllo del fondo oculare, del tono ovvero della pressione oculare e del campo visivo). Generalmente questa patologia colpisce dopo i 40 anni.

Per quanto riguarda la Usl Umbria 1, le persone affette da glaucoma sono in cura presso i 2 centri glaucoma degli ospedali di Città di Castello e di Gubbio-Gualdo il cui responsabile è il dottor Roberto Vigorito. I pazienti seguiti al momento sono circa 750. Inoltre ogni anno vengono eseguiti oltre cento interventi con le tecniche più avanzate. Entrambi i centri glaucoma sono dotati dei moderni laser per il trattamento non invasivo sotto soglia di tale patologia.

Nell’ambito del convegno, tuttavia, non si è parlato soltanto di glaucoma. Una sessione, infatti, è stata dedicata al rapporto tra l’oftalmologia ed i social network, affidata al dottor Giordano Fanton, fondatore di “oftalmologia clinica” un social network che raccoglie oltre 2300 oculisti. Un’altra parte del congresso ha riguardato il diabete e le sue ripercussioni sull’occhio.

A Gubbio, invece, la Usl Umbria 1 ha focalizzato la propria attenzione sui tumori testa-collo. I tumori maligni della testa e del collo sono in aumento in tutta Italia. Per fare il punto sulla situazione, sabato 19 ottobre si è tenuta a Gubbio, presso il park Hotel Ai Cappuccini, la prima edizione del congresso su questa patologia organizzato dall’Associazione “Naso Sano”.

I tumori della testa e del collo rappresentano in Italia circa il 5% di tutti i tumori maligni e si trovano al 5° posto come frequenza, in notevole aumento soprattutto a causa di una forte associazione con l’infezione da papilloma virus Hpv”.

Lo ha spiegato il dottor Puya Dehgani-Mobaraki, responsabile scientifico del congresso e dirigente medico dell’unità operativa di Otorinolaringoiatria dell’ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino della Usl Umbria 1.

L’evento, patrocinato dal Ministero della Salute, è stato inaugurato dal sindaco di Gubbio Filippo Stirati, dalla dirigente della Regione Umbria Paola Casucci e dal professor Valentino Valentini, presidente dell’associazione italiana di oncologia cervico-cefalica (AIOCC), i quali hanno focalizzato l’attenzione sulla prevenzione e sulla necessità di cooperazione tra figure professionali, enti ed associazioni.

Le relazioni hanno trattato tutte le novità in campo oncologico, sia clinico che chirurgico, con ospiti di rilevanza scientifica internazionale dell’Università La Cattolica di Roma, dell’Istituto di ricerca Humanitas di Milano, direttori di dipartimento e dirigenti medici di Usl Umbria 1 e 2, dirigenti medici membri della associazione italiana di oncologia medica (AIOM) e dell’ospedale Santa Maria della Misericordia, tutti partner  scientifici che hanno patrocinato l’evento assieme all’associazione eugubina per la lotta contro il cancro  AELC.

Al termine della giornata congressuale è stato consegnato a tutti i partecipanti il libro contenente le relazioni trattate nella giornata congressuale, annunciando per ottobre 2020 la seconda edizione del congresso.