Uffici Postali: il TAR del Lazio salva Sant’Egidio e Sugano

623

“Dopo Montecchio, il Tar del Lazio ha confermato il proprio orientamento anche per gli uffici di Sugano di Orvieto e Sant’Egidio di Perugia. Mi sembra ormai chiaro che sono assolutamente fondate le nostre speranze che tutti i ricorsi proposti per la chiusura degli sportelli umbri verranno accolti”. L’assessore regionale Antonio Bartolini ha accolto con comprensibile soddisfazione le sentenze del Tar del Lazio che hanno accolto i ricorsi dei comuni interessati, della Regione e di Anci Umbria ed hanno disposto l’annullamento della chiusura dei relativi sportelli postali. “Anche in questo caso, ha rilevato Bartolini, sono importanti le motivazioni che stanno alla base della decisione del Tar e che fanno emergere come i provvedimenti di Poste Italiane risultino assolutamente immotivati. E, per di più, la chiusura non è sorretta da una motivazione nemmeno nel caso di un ufficio postale a distanza di 4 km da un altro, come Sant’ Egidio rispetto a Collestrada”. “Il parametro indicato a motivazione della soppressione dell’ufficio postale di Sant’Egidio – si legge infatti nella sentenza –  è illegittimo. Era necessario infatti – a giudizio del Tar – “indicare puntualmente” le ragioni per cui, nel luogo interessato dalla soppressione, restino “garantite prestazioni di servizi conformi agli obblighi imposti a livello europeo e nazionale” (stante l’ineludibilità della prestazione del servizio universale), con conseguente illegittimità della determinazione basata sulla sola esigenza di assicurare l’equilibro economico, perché – prosegue la sentenza –  se è vero che gli uffici postali cosiddetti marginali rappresentano verosimilmente un costo elevato per Poste Italiane, è vero anche che il loro ridimensionamento, ovvero la loro razionalizzazione, non può avvenire seguendo una logica solamente di tipo economico e senza prevedere valide alternative”. “Sono molto soddisfatto per questo risultato raggiunto – ha concluso l’assessore Bartolini – che abbiamo voluto con ogni forza. E sono particolarmente contento per i cittadini di S. Egidio con i quali abbiamo condiviso tutto il percorso, a partire da una significativa manifestazione, alla quale ho partecipato, che è stata molto utile per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa problematica”.