Tra emozione e tecnologia la “rivoluzione” dei Negramaro fa il pienone a Perugia

1030
   

Avevano promesso un show innovativo, potente e multimediale, e i 6 ragazzi salentini non hanno tradito le aspettative. Mercoledì 18 novembre i Negramaro hanno portato al Palaevangelisti di Perugia la loro “rivoluzione” in musica, ennesima tappa da tutto esaurito di un tour che sta raccogliendo applausi e consensi in giro per l’Italia. Un ulteriore tassello che arricchisce la prima parte della stagione della rassegna Umbria Eventi d’Autore, che dopo i pienoni di Nek, Max Pezzali e Malika Ayane conferma la bontà del proprio cartellone con il sold out di Giuliano Sangiorgi e soci. Una cavalcata di due ore tra i brani più amati della band pugliese, dall’esordio di Mentre tutto scorreSolo 3 minutiNuvole e lenzuola, alla più recente rilettura rock del Modugno di Meraviglioso, passando per i pezzi dell’ultimo album, La rivoluzione sta arrivando, in vetta alle classifiche di vendita e certificato Disco d’Oro. Una festa dall’alto tasso tecnologico ed emotivo, tra introspezione e attualità: Giuliano, al pianoforte, ha rivolto un commosso pensiero alle vittime delle stragi di venerdì a Parigi – “ragazzi come noi, questa sera” – e di tutte le guerre, “come i bambini che continuano a morire in Siria”, prima di attaccare Lo sai da qui. Infine, i lunghi e reciproci ringraziamenti finali tra pubblico e band, prima di tornare a casa portando ognuno nel proprio “posto dell’anima” il ricordo di una grande serata.