Sicurezza stradale: studenti del Liceo Alessi a lezione con piloti, esperti e campioni

586

Prosegue il progetto educativo promosso dal Rotary Club Perugia Trasimeno – Incontro con Gustavo Sandrucci, Luca Panichi e il product expert della Concessionaria Rossi

   

Si è svolto al Liceo scientifico Alessi di Perugia il secondo incontro del progetto ‘Educazione e sicurezza stradale’ promosso dal Rotary Club Perugia Trasimeno insieme alla scuola, in collaborazione con la Polizia stradale di Perugia e le Polizie locali di Corciano e Magione. Obiettivo primario dell’iniziativa è quello di stimolare una sempre maggiore sensibilità verso il rispetto delle regole, sia normative che comportamentali, per prevenire gli incidenti stradali, divenuti ormai una vera e propria piaga da combattere, che coinvolge sempre più i giovani e che in massima parte sono prodotti dalla velocità e dalla distrazione prodotta soprattutto dall’uso del telefonino. I trenta studenti delle ultime classi del Liceo Alessi, che hanno aderito al progetto, hanno partecipato molto attivamente e con grande entusiasmo all’incontro con Luca Panichi, campione paralimpico di ciclismo (Fondazione M. Scarponi), Gustavo Sandrucci, pilota responsabile dell’Amg Driving Academy, e Nicola Pedini, product expert Mercedes-Benz della Concessionaria Rossi.

Dopo il saluto introduttivo del vicepreside dell’Alessi, Fausto Caporali, è intervenuto Luca Panichi che ha saputo coinvolgere i ragazzi con una testimonianza particolarmente toccante raccontando come dalla tragedia legata all’incidente stradale in cui è rimasto coinvolto e che lo ha costretto sulla sedia a rotelle, ha saputo darsi sempre nuovi obiettivi e traguardi sia sportivi che professionali. Con il suo intervento ha saputo motivare i ragazzi a essere consapevoli dei rischi connessi alla guida invitandoli ad avere comportamenti prudenti.

Gustavo Sandrucci, pilota professionista che svolge anche un delicato ruolo di formatore per piloti più giovani, ha invitato gli studenti ad assumere come regola di vita la massima attenzione alla guida sottolineando che la velocità può essere ricercata solo sulle piste degli autodromi ma non sulla strada dove è indispensabile mantenere sempre la massima lucidità e attenzione. L’auto, ha detto, “può dare tante emozioni ma, senza la necessaria prudenza, può togliere moltissimo”.

Nicola Pedini ha voluto illustrare agli studenti l’evoluzione tecnologica dei sistemi di sicurezza, sia attiva che passiva, nelle moderne autovetture invitando a considerarli come ausili fondamentali che “affiancano” il conducente che non deve mai abbandonare il controllo fisico e mentale nella guida. Ogni distrazione e imprudenza, oltre che la violazione delle regole normative e regolamentari, potrebbe essere decisiva per se stessi e gli altri. Ha poi illustrato le nuove tecnologie che, con l’impiego di sensori intelligenti sulle auto, consentiranno sempre più di “leggere” in tempo reale le condizioni ambientali esterne sia di traffico che di potenziale pericolo.

Il Progetto proseguirà nelle prossime settimane con giornate di formazione e informazione alla scuola guida Ready2Go di Perugia e successivamente gli studenti effettueranno una visita aziendale alla Art SpA, azienda leader nel settore dell’innovazione automobilistica, nella sede in località Pischiello di Passignano sul Trasimeno.

Il progetto ‘Educazione e sicurezza stradale’ è stato reso possibile grazie al contributo della concessionaria Rossi Mercedes-Benz, di Susa Spa, Sisas Spa e Sna (Sindacato nazionale agenti di assicurazione) di Perugia.