Perugia: delegazione Lega Umbria incontra Questore e Polizia di Stato

754
 

Perugia: delegazione Lega Umbria incontra Questore e Polizia di Stato. Ad entrambi gli appuntamenti hanno partecipato i parlamentari Virginio Caparvi, Riccardo Augusto Marchetti, Luca Briziarelli, Simone Pillon e il consigliere regionale Valerio Mancini

La sicurezza al centro dell’azione politica della Lega Umbria che nella giornata di venerdì 13 luglio, ha incontrato prima il Questore di Perugia, Dott. Giuseppe Bisogno con il suo capo Gabinetto Dott. Barba e il vicario Dott. Serraiotto, poi il sindacato della Polizia di Stato SIULP.

Ad entrambi gli appuntamenti, su invito del segretario cittadino GianLuca Drusian, hanno partecipato i parlamentari Virginio Caparvi, Riccardo Augusto Marchetti, Luca Briziarelli, Simone Pillon e il consigliere regionale Valerio Mancini.

”Ringraziamo il Questore, Dott. Bisogno per la cordialità e la professionalità con la quale ci ha accolto – si legge nella nota – Il suo è stato un resoconto dettagliato e concreto circa le reali esigenze della Polizia di Stato, esigenze che intendiamo fare nostre e portare in Parlamento o in Regione a seconda delle competenze, cercando di dare risposte a richieste chiare, pertinenti e giustificate che mettono la sicurezza cittadina al primo posto”.

L’iniziativa poi si è spostata al centro Bambagioni di Perugia dove i rappresentanti Lega hanno incontrato, assieme al segretario cittadino GianLuca Drusian, i rappresentati sindacali della Polizia di Stato, SIULP.

“Dal dibattito – precisano gli esponenti leghisti – sono emerse i limiti strutturali di una realtà che necessita di interventi seri e tempestivi. Carenza di personale, strumenti non idonei e normative superate sono le principali problematiche esposte dal sindacato, temi su cui la Lega con il suo Ministro degli Interni, Matteo Salvini sta già lavorando, basti pensare al “taser” che presto diventerà uno strumento in dotazione agli agenti. Entrambi gli incontri – precisano i leghisti – rispondono ad un metodo di lavoro che stiamo mettendo in pratica come parlamentari, consiglieri regionali , segreterie cittadine e più in generale come partito, ossia quello di ascoltare le proposte del territorio trasformandole in codici o leggi tali da garantire, come in questo caso, una situazione più congrua per la Polizia di Stato e di conseguenza una maggiore sicurezza per i cittadini. Cogliamo l’occasione per ringraziare tutte le forze dell’ordine per l’encomiabile lavoro svolto, garantendo sempre la sicurezza in situazioni, spesso, non facili”.