Marmore: rievocazione storica della Passione di nostro Signore Gesù Cristo

394

In programma venerdì Santo 29 marzo 2024 alle ore 21,00

   

Evento ormai consolidato con figuranti in costumi d’epoca, itinerante, realizzato nel nostro territorio utilizzando le esclusive naturali peculiarità: aree caratteristiche del Parco Campacci al Belvedere Superiore della Cascata delle Marmore.

La strada percorsa da Gesù Cristo, dalla sua condanna nel pretorio di Pilato fino alla cima del Golgota, dove fu crocifisso, ha sempre interessato tutti perché in quel luogo il nostro Redentore, col versamento del suo sangue, ha più che altrove dimostrato la grandezza del suo amore per noi pagando con esso i debiti che noi avevamo contratti con la divina giustizia e facendoci rinascere dalla colpa alla grazia, dalla morte alla vita.

Marmore non si ferma a celebrare la nascita di Gesù, vuole dare un senso al percorso compiuto da Gesù Cristo a Gerusalemme il venerdì santo, giorno della sua passione e morte attraverso questo progetto che sarà, nello stesso tempo, momento di grande fede e motivo di valorizzazione del patrimonio naturale artistico territoriale per diffondere la cultura.

La manifestazione, come in passato, offrirà momenti di fede e riflessione a tutti e, ai turisti, l’occasione di venire nel nostro territorio e restare anche per tutto il periodo pasquale.

Le Stazioni, prese dai Vangeli, saranno commentate con la citazione di testi biblici.

L’evento si svolgerà in un’atmosfera magica appartenente ad un’altra dimensione, tutti i luoghi caratteristici saranno sfruttati al meglio con scenografie studiate e create appositamente

La location scelta, a pochi metri dal primo salto della Cascata delle Marmore, all’interno di un’area pubblica con libero accesso, parcheggio adiacente, sarà trasformata in un unico palco teatrale, con la partecipazione di oltre 100 figuranti in costume d’epoca che non stazioneranno nello stesso posto, ma creeranno di volta in volta altre stazioni.

Partendo dall’ultima cena sino ad arrivare all’apparizione di Cristo risorto a sua Madre, si offrirà un palcoscenico non statico, ma in continuo movimento. Le scene, composte all’istante daranno modo al pubblico, non di immaginare, ma di “vivere” insieme ai figuranti la passione di Cristo, diventando parte integrante della rappresentazione.

Tutta la manifestazione, illuminata con cere e torce, sarà accompagnata da musiche scelte per l’occasione e da un’unica voce narrante.

L’evento è stato negli anni arricchito e rinnovato, frutto di studio, ricerche, testi, musiche, location, personaggi ed ha riscosso sempre più successo da parte del pubblico presente e dalle principali reti di comunicazione. Studiare e far studiare anche i figuranti, nulla è lasciato all’improvvisazione!

L’evento di quest’anno sarà dedicato a Raffaele Giocondi e Romeo Liberati, amici veri e Passionari da sempre che ci hanno lasciato lungo questo percorso. Che strana la vita: loro due sempre presenti, sempre nella stessa stazione “Caifa”, sempre resteranno nei nostri cuori!

Sfogliando infatti le foto e l’elenco dei figuranti delle passate edizioni, ci siamo resi conto delle tante mancanze, vuoti, assenze, tanti amici, parenti e conoscenti persi durante il lungo periodo di stop dovuto all’emergenza pandemica ed è aleggiato intorno a noi quel senso di insicurezza, smarrimento e ansia di fronte a un pericolo immaginario o reale come oggi è la guerra. Stiamo lavorando anche per questo, per riconquistare il nostro tempo e offrire gratuitamente a voi, nostri cari spettatori, una “Rievocazione storica della Passione di nostro Signore Gesù Cristo” come non l’avete mai vista.

Certo è che l’organizzazione, curata nei minimi particolari, ha impegnato il Direttivo della Pro Loco Marmore per ben quattro mesi: sartorie sempre al lavoro, scelta dei testi biblici e delle musiche, sopralluoghi e preparazione della location ideale, studio delle scenografie con meccanismi in movimento, diffusione tramite i media, pratiche burocratiche, formazione teatrale dei figuranti.

Già, i figuranti…  siamo partiti con scarsa partecipazione e ringraziamo i media che ci hanno aiutato a sollecitare persone a partecipare per ricoprire i ruoli presenti nelle 11 stazioni.

Hanno risposto all’appello tantissimi volontari, famiglie al completo, amici Marmoresi, di Piediluco, Sangemini, Terni, Stroncone, Torre Orsina, Arrone, turisti, camperisti già in loco ed altri in arrivo che verranno appositamente e si fermeranno nel Campeggio di Marmore (questo anche per la tanta notorietà che la manifestazione ha acquisito in territorio nazionale) pronti a fare le prove e vivere con noi momenti emozionanti di vita, sofferenza, morte e… Resurrezione.

L’evento gratuito è organizzato dalla Pro Loco Marmore in collaborazione con la Parrocchia di Marmore e gode del patrocinio della Regione Umbria e dell’Assemblea Legislativa Regione Umbria, Provincia Terni, Comune Terni, CCIAA Umbria, Diocesi di Terni-Narni-Amelia, UNPLI, Confcommercio Terni, Confartigianato Terni, Confesercenti Umbria e Provinciale Terni, CNA Umbria.

Costumi della Pro Loco Marmore, Comitato del presepe vivente di Marmore, Arcobaleno Gli Amici di Don Franco.