Lo stadio Santa Giuliana, splende di nuova luce

238

Il sindaco Romizi e l’assessore Pastorelli in visita all’impianto in occasione dell’accensione del nuovo impianto a led

   

È stato inaugurato ufficialmente, nella giornata di mercoledì 4 ottobre, il nuovo impianto di illuminazione a led dello stadio Santa Giuliana

Alla presenza del Sindaco Andrea Romizi, dell’Assessore allo sport Clara Pastorelli, del Dirigente del Comune, Ing Paolo Felici, del presidente regionale della Fidal Carlo Moscatelli, del delegato provinciale Fidal Alessandro Sorci, dei tecnici Sauro Mencaroni (atletica Capanne) e Luigi Esposito (Arcs) lo storico impianto, situato alle pendici dell’acropoli e già oggetto negli ultimi anni di importanti opere di restauro e risanamento conservativo, grazie anche al finanziamento della Fondazione Perugia e della Regione Umbria, si è mostrato in tutta la sua bellezza.

I lavori, non ancora completati, oltre all’illuminazione, riguardano anche altre parti importanti dello stadio: sono stati integralmente progettati dagli uffici tecnici del Comune di Perugia e prevedono l’utilizzo delle più recenti tecnologie ed innovazioni, presenti sul mercato.

L’importo complessivo dell’investimento è di 300 mila euro,

Gli interventi già conclusi, illustrati dall’Ing Felici, hanno riguardato il nuovo impianto di illuminazione a LED composto da ben 16 pali, il nuovo impianto di illuminazione anch’esso con lampade a led installato sulla struttura del traguardo, il nuovo accesso all’impianto sportivo, mediante una rampa che consentirà l’agevole accesso anche ai disabili e che consentirà inoltre la realizzazione del controllo automatico degli accessi mediante sistema elettronico di lettura tessere e videosorveglianza (che potrà essere utilizzata in futuro, anche come riconoscimento facciale in sostituzione delle tessere magnetiche), un sistema di videosorveglianza, anch’esso innovativo (e brevettato) dell’intero impianto (di derivazione di quelli in uso negli aeroporti), costituito da due sole telecamere contrapposte, che possono coprire l’area dell’intero impianto (una distanza di oltre 160 m.), l’adeguamento dei locali a spogliatoi, posti sotto la gradinata A (lato ovest dell’impianto) con un nuovo impianto di ventilazione meccanica e di ricambio d’aria, l’adeguamento dell’impianto sportivo alla normativa di prevenzione incendi e l’installazione di box provvisori per depositi di attrezzature per eventi sportivi e lo stoccaggio delle attrezzature mobili per l’atletica leggera, acquistate ai fini dell’omologazione federale.

L’assessore allo sport Clara Pastorelli ha espresso soddisfazione per questi ulteriori interventi che consentiranno di valorizzare ulteriormente l’impianto del Santa Giuliana, uno dei luoghi più amati dai perugini. Grazie all’impegno del Comune di Perugia che ha scelto di investire molto sulla sua riqualificazione, finalmente oggi il Santa Giuliana è un luogo in grado di ospitare grandi competizioni nazionali e internazionali non solo dell’atletica leggera, che qui ha la sua “casa”, ma anche di altre discipline. Perugia entra, dunque, a tutto diritto tra le mete per i prossimi eventi sportivi di rilievo.

Il Sindaco Romizi, dopo aver ringraziato gli uffici comunali, le società sportiva ed il comitato regionale umbro della Fidal ha sottolineato che

“solo grazie agli importanti sforzi delle società sportive è possibile offrire attività di qualità per i nostri giovani; questo impegno e questa passione meritano strutture tecniche e sportive adeguate e omologate secondo gli standard del Coni”.

Il Presidente della Fidal Umbria, Carlo Moscatelli, ha ringraziato il Comune di Perugia perché

“oggi questo impianto nel cuore della città e con questa illuminazione diventa una struttura sportiva appetibile per manifestazioni anche in notturna. Perugia, grazie alla sua posizione centrale in Italia e con questo impianto perfetto, può fare davvero la differenza. La Fidal – ha proseguito Moscatelli- si impegnerà nel portare i colori dell’Umbria più in alto possibile”.