L’impresa sfiorata può essere la chiave di volta in casa Sir

968
21ª giornata Campionato Italiano di pallavolo maschile Serie A1 SuperLega UnipolSai 2015/16. PalaBanca Piacenza, 28.02.2016
   

Dopo aver sfiorato la grande impresa ieri sera a Mosca nei quarti di finale di Cev Cup, i Block Devils sbarcano oggi pomeriggio a Perugia. Lo fanno con il rammarico di quel 15-13 nel golden set perso con la Dinamo, dopo aver vinto il match “regolare” 1-3. Golden set che ha interrotto il sogno europeo di Perugia. Non si è, invece, interrotto il cammino in SuperLega perché la Sir ha disputato in terra russa una delle sue migliori gare stagionali, mettendo alla frusta la blasonata e fortissima formazione avversaria e sciorinando a più riprese un gioco ed una pallavolo di altissimo livello. Efficaci in attacco, ottimi nella correlazione muro-difesa ed incisivi in battuta, i bianconeri hanno tenuto per tutta la partita un atteggiamento positivo ed una carica agonistica che le magliette nere non dimostravano da tempo (fatta eccezione per la gara casalinga di campionato con Modena). Ed in previsione della post season sono questi segnali incoraggianti, naturalmente a patto che abbiano un seguito nei prossimi match in programma e naturalmente mettendo al contrario in un angolo quelle “amnesie” che ogni tanto si impadroniscono della squadra e che ieri sera, sul 9-12 del golden set, sono costate il passaggio in semifinale. A proposito di match in programma, il primo in ordine di tempo ci sarà domenica al PalaEvangelisti quando la Sir chiuderà la propria regular season contro Latina. Con due obiettivi: dare seguito alla prestazione di Mosca e cercare di acciuffare la quarta posizione a discapito di Verona (che comunque vada sarà l’avversario di Perugia nei quarti di finale playoff). A Pian di Massiano rientra una squadra con qualche certezza in più, sia sotto il profilo tecnico che come tenuta mentale e caratteriale. La squadra deve saper trarre dalla trasferta di Mosca nuova linfa anche e soprattutto per il lavoro negli allenamenti. Perché solo in allenamento si può trovare la cura per chiudere a proprio favore situazioni come il golden set di ieri, per limitare ancora di più gli errori gratuiti (già ieri molto meno ad onor del vero), per curare sempre più nel dettaglio piccole sfaccettature nel sistema di gioco e nei singoli fondamentali. La gara di ieri sera può essere da stimolo anche per la tifoseria bianconera, ultimamente un po’ scoraggiata dalle prestazioni dei Block Devils. L’apporto del pubblico perugino, lo sanno bene i bianconeri, può rappresentare il famoso settimo uomo nei playoff.