L’Associazione “Nel nome del Rispetto” proroga al 30 aprile la consegna degli elaborati

106
 

L’Associazione “Nel nome del Rispetto” proroga al 30 aprile la consegna degli elaborati. Zenobi: “Nonostante il difficile momento stanno arrivando lavori da tutta Italia”

Il Coronavirus non ferma l’associazione “Nel nome del Rispetto” che per dare la possibilità agli studenti di lavorare da casa e anche insieme ai propri genitori, ha prorogato al 30 aprile prossimo i termini per la consegna dei lavori legati al concorso/sondaggio nazionale 2019/2020.

Molte scuole e studenti hanno già consegnato gli elaborati e nonostante le difficoltà sono giunti lavori da diverse parti d’Italia. Le tematiche del resto sono quanto mai attuali rispetto al difficile momento in cui viviamo e anche per questo le scuole continuano a partecipare con passione ed entusiasmo alla proposta dell’Associazione. Primo tema: Il rispetto del Patrimonio artistico culturale e ambientale in quanto storia del nostro Paese. Un settore oggi più che mai da proteggere e valorizzare.

Secondo tema: Il rispetto tra genitori e figli, nel rispetto della personalità del figlio e dell’identità genitoriale. Il forzato contatto determinato dall’obbligo di rimanere a casa crea le condizioni per analizzare in maniera approfondita questa tematica.

Il terzo tema: esecuzione di un brano di musica classica o da orchestra di autore italiano è l’occasione anche in maniera virtuale di unirsi intorno alla musica come bene dell’umanità che unisce i popoli.

Il Bando è pubblicato sul sito dell’associazione www.nelnomedelrispetto o sulla pagina fb.

“L’associazione – dichiara la Presidente Maria Cristina Zenobi – sta continuando nel suo lavoro con le scuole di diverse regioni d’Italia restando in contatto con gli insegnanti e con i ragazzi e anche con i loro genitori, confrontandosi sui temi di quest’anno che casualmente sono i temi che ricorrono in questi giorni di costrizione dovuta al virus: il tema sull’orgoglio di essere Italiani, perché abbiamo un patrimonio artistico culturale e ambientale così grande e così prezioso da essere fieri. Da questo nostro orgoglio deve scaturire il Rispetto per conservare e amare quello che abbiamo e amare la natura e le bellezze naturali. Questo darà la forza e il coraggio per rialzare la testa, in questo momento così difficile. Il secondo tema del rispetto e dei sentimenti tra genitori e figli – prosegue Zenobi – è un altro tema importante su cui studenti, professori che sono anche genitori e i genitori, possono riflettere. Mai come in questo momento, in cui anche dal conflitto che può esserci vivendo forzatamente tutto il giorno, uno accanto all’altro, può scaturire il dialogo e dal dialogo il confronto, la comprensione e venirsi incontro. Anche questo è fare qualcosa di utile, lavorare su se stessi per migliorarci come persone e nei rapporti con gli altri. È sul rispetto di questi due capisaldi della nostra società, il patrimonio culturale e la famiglia, che si potrà ricominciare a vivere diversamente, ma impegnandoci tutti con tanta volontà e soprattutto amore”.

L’associazione inoltre ha donato 1000 euro al reparto di pneumologia dell’ospedale di Foligno si cui è direttore il dottor Francesco Merante.

Invece i premi per i vincitori del concorso/sondaggio non potendo essere consegnati come di consueto in una cerimonia pubblica, saranno consegnati in data da destinarsi, con un metodo che sarà ugualmente gratificante per i partecipanti.