Gubbio: la protesta del Gruppo Lega

736

Gubbio: la protesta del Gruppo Lega. “Vicoli in stato indecoroso, che fine hanno fatto le pietre non ripristinate dopo l’esecuzione dei lavori legati alla fornitura del gas?”

   

Che fine hanno fatto le pietre del centro storico non ripristinate dopo l’esecuzione dei lavori legati alla fornitura del gas. A chiederlo sono i consiglieri del Gruppo Lega Angelo Baldinelli, Michele Carini e Stefano Pascolini che hanno presentato una interrogazione che sarà discussa nel consiglio comunale del 5 novembre. Nel corso degli ultimi decenni nel centro storico di Gubbio è stata realizzata la rete legata al metanodotto e si è dovuto procedere alla realizzazione di tracce sui vicoli per poter implementare la rete stessa.

“Una volta realizzata la rete – spiegano i consiglieri – inspiegabilmente non si è provveduto a ripristinare le nostre pietre storiche per ricoprire la traccia necessaria alla realizzazione della rete, lasciando a vista la traccia stessa ricoperta con terriccio e asfalto, causando un deterioramento della pavimentazione sia da un punto di vista materiale, con il rischio anche di poter causare danni alle persone che potrebbero cadere nell’attraversamento dei nostri vicoli, sia da un punto di vista visivo, rendendo i nostri vicoli decisamente “impresentabili” e non degni di una città bella e storica come la nostra”.

Una città a forte vocazione turistica deve potersi presentare ai turisti nel migliore dei modi, attraverso la cura del verde pubblico e attraverso la cura delle vie medievali, senza dimenticare quei cittadini che vivono nel centro storico o di tutti i cittadini che vogliono usufruirne, godendone la cura dei dettagli e garantendone la massima sicurezza nel percorrerle. Nella convenzione tra il Comune di Gubbio ed Estigas Spa oltre ad aver concesso alla società Estigas Spa il pubblico servizio di distribuzione del gas, si legge che

“il Comune si impegna inoltre al ripristino delle pavimentazioni stradali, interessanti il Centro Storico, manomesse per l’esecuzione di lavori inerenti il servizio gas: un impegno mai mantenuto dalle precedenti amministrazioni – spiegano i consiglieri – causando un grave danno alla bellezza della nostra città. Vogliamo capire se, come previsto dalla convenzione, si procederà in futuro al ripristino delle pietre a copertura delle tracce rese necessarie per la realizzazione delle rete gas in modo da poter ridare lustro e bellezza a molte vie del centro storico, che allo stato dei fatti si presentano brutte e impresentabili esteticamente , oltre che pericolose per i pedoni che le attraversano”.