Gualdo Cattaneo, turismo: positivi i dati del 2022

510

Il Comune tra i primi posti dell’Umbria per permanenza media di turisti stranieri

   

 Il 2022 sembra essere l’anno della rinascita per il settore turistico anche a Gualdo Cattaneo. Complice la caduta delle restrizioni, in questo periodo è tornata la voglia di viaggiare e di scoprire nuove mete.

I dati dei flussi turistici registrati nel territorio fino al mese di agosto evidenziano, infatti, un incremento del 5% della permanenza media dei flussi italiani e un aumento del 18% riguardo agli stranieri rispetto al 2018. A questi numeri si aggiunge un +11% di permanenze medie di italiani e un +12% di stranieri rispetto all’anno 2019.

Nei primi otto mesi dell’anno, inoltre, si apprezza una forte presenza di stranieri nel territorio

provenienti soprattutto dai Paesi Bassi e Regno Unito, un dato rilevante che pone il comune di Gualdo Cattaneo tra i primi posti in ambito regionale per presenza di stranieri, con una permanenza media di 7.15 giorni.

Per quanto riguarda gli ultimi anni di riferimento pre-Covid i dati sono consultabili sul sito internet della Regione Umbria, al link https://www.regione.umbria.it/turismo-attivita-sportive/statistichedel-turismo1.

“Il risultato di questi primi otto mesi dell’anno ci riporta ad un livello superiore rispetto

al pre-Covid – commenta l’assessore comunale al Turismo, Annalisa Alessandrini -, aprendo così la strada a nuove prospettive e opportunità. Le presenze nel territorio sono cresciute e questo è un aspetto incoraggiante che premia il lavoro svolto nella promozione turistica. Una promozione condivisa con l’Unione dei Comuni Terre dell’Olio e del Sagrantino per valorizzare le locali eccellenze, che evidenzia la scelta dei visitatori di fermarsi più a lungo rispetto al passato. Tutto ciò è il segno che il lavoro intrapreso a 360 gradi sulla promozione e la valorizzazione del nostro territorio, in più ambiti, sta iniziando a dare i suoi frutti anche grazie alla collaborazione di molti soggetti, con i quali è iniziato un percorso di crescita volto a costruire un’offerta completa, variegata e attuale rispetto alle richieste del settore”.

“Con il finanziamento del PNRR ottenuto dall’Unione dei Comuni terre dell’olio e del Sagrantino, riguardo alla creazione delle Green Communities, e grazie alla ‘Misura PSR 7.5.1 – infrastrutture ricettive su piccola scala’, sviluppata in totale sinergia con il Comune di Giano dell’Umbria – precisa il sindaco Enrico Valentini -, andremo a sviluppare le infrastrutture necessarie per la mobilità sostenibile e per intercettare il filone dell’oleo-turismo. Quest’ultimo ha grandissimi margini di miglioramento e potrà risultare un ulteriore volano di crescita per i nostri territori”.