Esercitazione antisisma a Gualdo Cattaneo: il 22 settembre scatta l’ora X

195

Fino al 24 settembre simulazione di emergenza con Gualdus Captaneorum 2023 – In campo decine di volontari, tra cui i geometri umbri e dell’associazione Geosipro

   

Alle 8 di mattina di venerdì 22 settembre, a Gualdo Cattaneo scatterà l’esercitazione di protezione civile Gualdus Captaneorum 2023. Si tratta di una simulazione d’intervento in caso di terremoto che vedrà decine di volontari mettere in campo, e quindi testare, tutte le procedure idonee a gestire la situazione d’emergenza. Un’occasione per migliorare la sinergia tra tutti gli attori e i volontari coinvolti e contemporaneamente, far conoscere il piano di protezione civile alla cittadinanza.

L’esercitazione, che andrà avanti fino a domenica 24 settembre, è organizzata dai Collegi dei geometri delle provincie di Perugia e Terni, dal Comune di Gualdo Cattaneo, dal Gruppo comunale di protezione civile Gualdo Cattaneo 2010 e dall’Associazione geometri volontari per la sicurezza e la protezione civile (Geosipro).

“Un’iniziativa – ha commentato il presidente del Collegio dei geometri di Perugia, Enzo Tonzani – con la quale la nostra categoria si pone nuovamente al servizio della popolazione, mettendo generosamente a disposizione della comunità le proprie competenze professionali. L’attenzione e la cura del territorio sono, d’altronde, alcune delle tematiche che più ci stanno a cuore: la figura del geometra, in collaborazione con le altre professioni tecniche, svolge infatti un ruolo fondamentale proprio nella gestione del territorio, sotto ogni punto di vista, dalle modalità di costruzione degli edifici all’utilizzo ottimale delle risorse ambientali”.

Nel dettaglio, all’ora X (le ore 8 di venerdì 22 settembre) l’esercitazione simulerà il verificarsi di un sisma di grado 5 della scala Richter, con epicentro nel territorio comunale di Gualdo Cattaneo. Lo scenario simulato vedrà l’ipotetico danneggiamento e crollo di fabbricati civili e industriali, oltre a dissesti idrogeologici che causeranno l’esondazione di torrenti e corsi d’acqua. Circa mezz’ora dopo la scossa, il sindaco di Gualdo Cattaneo attiverà il Centro operativo comunale, per intervenire a supporto della popolazione colpita, e avvierà una comunicazione costante con Regione e Prefettura. Stimata la gravità dell’evento e le conseguenze per il territorio colpito, inizieranno a sopraggiungere le prime squadre di soccorritori e volontari, ciascuno con un preciso compito da svolgere. I geometri e tutte le professioni tecniche saranno impegnate nella valutazione dell’impatto e dell’agibilità delle strutture con relativo censimento danni. All’esercitazione collaboreranno: sevizio Protezione civile ed emergenze della Regione Umbria; i vigili del fuoco di Perugia; la Croce rossa italiana; funzionari di Anci Umbria Prociv, Prefettura, Provincia e Questura di Perugia; carabinieri; carabinieri forestali; guardia di finanza.

Nell’ambito dell’esercitazione, sabato 23 settembre alle 9.30, al Parco Acquarossa di Gualdo Cattaneo si terrà il convegno dal titolo ‘Dagli studi di previsione dei fenomeni sismici alla gestione dell’emergenza’. La conferenza si aprirà con i saluti istituzionali, tra cui quelli del ministro per la Protezione civile e le politiche del mare, Nello Musumeci, e delle massime autorità civili regionali. Dalle 11 sono previsti gli interventi più tecnici. A trarre le conclusioni saranno il sindaco di Gualdo Cattaneo, Enrico Valentini, e il presidente del Collegio dei geometri di Perugia, Tonzani.