Enel dona ‘450 kw’ per l’ospedale da campo di Perugia

524

Enel dona ‘450 kw’ per l’ospedale da campo di Perugia. Tra pochi giorni un nuovo ospedale da campo entrerà in servizio, a supporto dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. Complessivamente, sono 900 i kW che tra novembre e dicembre E-Distribuzione ha attivato a Perugia a servizio delle strutture sanitarie per la gestione dell’emergenza

   

Il Progetto “Allacciamo le Energie” di E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica, continua a dare un sostegno prezioso alle strutture sanitarie e pubbliche impegnate in prima linea contro la diffusione del coronavirus.

Dopo la realizzazione a novembre di una cabina elettrica con 450 kW di potenza per alimentare l’ospedale da campo, allestito dall’Esercito Italiano a supporto dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, in questi giorni i tecnici dell’azienda elettrica hanno attivato ulteriori 450 kW per una nuova fornitura che darà energia all’ospedale da campo regionale della Protezione Civile , dotato di container e tende modulari, a fianco dello stesso ospedale perugino. Grazie a questa iniziativa congiunta saranno 8 i posti di degenza ordinaria, 16 di sub intensiva e 12 di intensiva, che a partire dai prossimi giorni si aggiungeranno a quelli già disponibili in ospedale e ai 37 del precedente ospedale da campo militare. Complessivamente, a Perugia diventano quindi 900 i kW “donati” da E-Distribuzione per l’emergenza sanitaria.

Le attività svolte a Perugia rientrano nel progetto nazionale “Allacciamo le energie”, che vede E-Distribuzione impegnata da nord a sud Italia per “donare” un collegamento o un aumento di potenza alla propria rete elettrica a favore di strutture sanitarie e di presidi di emergenza attivati per la gestione della crisi legata alla diffusione del virus.

“Il nostro impegno sul territorio non si ferma – ha detto Francesco Rondi, responsabile E-Distribuzione area centro nord – e continueremo ad operare in tal senso per garantire un servizio primario e costante alle comunità. Ringrazio le Istituzioni, la Protezione Civile, le strutture sanitarie e tutte le persone che ogni giorno si impegnano in questa durissima battaglia con grande dedizione e spirito di servizio. E ringrazio anche gli uomini e le donne di E-Distribuzione che mettono competenza e passione per realizzare progetti concreti, fondamentali per la tenuta sociale ed economica dei territori”.