Audizione dei rappresentanti NCC e dei taxi presso l’Aeroporto dell’Umbria

223

Alla seduta della Seconda commissione che si terrà il prossimo martedì 9 aprile nei locali dell’aeroporto, sono stati invitati a partecipare anche il Direttore dello scalo umbro, Umberto Solimeno, e la presidente della Provincia di Perugia, Stefania Proietti

   

Il presidente della Seconda commissione dell’Assemblea legislativa, Valerio Mancini ha convocato, nella seduta programmata martedì 9 aprile presso l’Aeroporto Internazionale dell’Umbria “San Francesco d’Assisi”, i rappresentanti degli NCC (Noleggio con conducente), della CTP  Cooperativa radiotaxi, il presidente della Cooperativa tassisti Perugia Michele Vecchini e il vicepresidente Marco La Rosa, Federalberghi e operatori dell’accoglienza ai turisti. Invitati a partecipare anche il Direttore dell’Aeroporto internazionale dell’Umbria, Umberto Solimeno e la Presidente della Provincia di Perugia, Stefania Proietti. Fra gli argomenti di discussione alcune istanze sopraggiunte dalle parti interessate circa la regolamentazione della sosta, l’incremento di posteggi riservati e l’accesso al parcheggio con telepass.

“Gli NCC – sottolinea Mancini – svolgono un servizio pubblico su richiesta prezioso per la nostra comunità e anche per i passeggeri che transitano da e verso l’Aeroporto Internazionale dell’Umbria San Francesco d’Assisi. Per uno scalo che supera i 537mila passeggeri e che nel 2023 ha accolto ben 7mila turisti atterrati con voli privati, quindi un turismo di fascia alta, occorrono servizi offerti al massimo delle nostre possibilità. Dal confronto tenutosi presso l’Aeroporto Sant’Egidio con diversi operatori del settore NCC umbri, fra i quali Roberta Pettinari (Associazione 8.0), Alberto Antoniacci (FIA) e Diego Tordoni (associato CNA) sono emerse criticità che vanno risolte a vantaggio dei lavoratori e degli utenti. Attualmente gli NCC che devono svolgere servizio presso il nostro aeroporto non hanno le stesse tariffe di accesso dei tassisti e ciò risulta iniquo soprattutto nei confronti delle imprese e delle partite Iva che hanno più autovetture e che possono anche decidere di non sottoscrivere l’abbonamento, determinando un minore incasso per la struttura aeroportuale. Per questo chiedono di avere un confronto produttivo con le istituzioni, sicuri che il loro contributo sarà utile a rendere ancora più efficienti i servizi di accoglienza della nostra struttura. Tra le idee che mi sono state rappresentate c’è quella di poter utilizzare il Telepass per accedere al parcheggio adiacente l’aeroporto, utile agli operatori, soprattutto a quelli provenienti da fuori regione, ma anche ai cittadini – rende noto Mancini – e quella di predisporre stalli aggiuntivi riservati agli NCC, che ora ne hanno solo tre, sfruttando l’area in prossimità della zona degli arrivi. Il nostro Aeroporto – conclude Mancini – grazie alle iniziative e alle risorse messe in campo dalla Presidente Donatella Tesei è cresciuto in maniera esponenziale negli ultimi anni e di recente sono stati predisposti anche 5 milioni e 111 mila euro dei fondi FSC per il potenziamento infrastrutturale, l’atterraggio e la digitalizzazione. Oggi è a tutti gli effetti un’infrastruttura centrale per per turisti e lavoratori, basti pensare che per la stagione estiva sono previsti 108 voli settimanali, pertanto è opportuno che gli utenti possano disporre di servizi differenziati a seconda delle loro esigenze”.