“Chi oggi inaugura le opere del Pnrr si ricordi che è grazie a Giuseppe Conte che sono arrivate quelle risorse”

255

Nota del capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle Thomas De Luca

“La presidente Tesei, nonchè quei sindaci e quegli assessori che non perdono occasione di fare photo opportunity davanti alle opere del Pnrr, come il ponte tibetano di Sellano o l’ennesima scuola ristrutturata e strappata al degrado, dovrebbero avere l’onestà intellettuale di riconoscere il merito al presidente Giuseppe Conte per quello, tanto o poco che sia, che oggi riescono a realizzare nelle loro comunità”.

   

È quanto dichiara il capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle, Thomas De Luca.

“Se possono avviare cantieri o inaugurare nuove opere, – spiega De Luca – mentre attaccano il Movimento Cinque Stelle e ci definiscono incompetenti, devono solo dire grazie a chi, nel luglio 2020, all’indomani dell’emergenza Covid ha lottato senza riserve per cercare uno strumento all’altezza come il Recovery Fund. Mentre tutti guardavano al Mes e ritenevano impossibile il debito comune, il presidente Conte ha portato a compimento una negoziazione senza precedenti sui tavoli europei per garantire all’Italia il Piano nazionale di ripresa e resilienza. Innumerevoli notti di trattative, superando le forti resistenze da parte di quei paesi molto vicini alla destra. Un merito che ancora oggi non viene riconosciuto abbastanza, mentre tutti corrono a tagliare nastri. È stato, inoltre, grazie al M5S sia a livello europeo che nazionale – conclude De Luca – se queste risorse non sono state bruciate dalla destra in opere inutili e dannose come gli inceneritori, ma sono state vincolate ad interventi in grado di mettere in sicurezza il nostro paese dagli effetti devastanti dei cambiamenti climatici e verso sfide fondamentali come la rigenerazione delle nostre città e l’indipendenza energetica. Risorse che stanno portando l’Italia e l’Umbria verso il futuro”.