Assisi, divieto di avvicinamento a ex fidanzata dopo “vessazioni”

259

Giovane accusato anche di lesioni e violenza sessuale

   

E’ tra l’altro accusato di avere usato il telefono della ex fidanzata per inviare messaggi dal contenuto “sessualmente esplicito” ad alcuni contatti presenti in rubrica un ventunenne nei confronti del quale personale del commissariato di Assisi ha dato esecuzione alla misura cautelare del divieto di avvicinamento e dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Provvedimento emesso dal gip di Perugia e nel quale si contestano i reati di rapina, lesioni personali, violenza sessuale e sostituzione di persona.

Gli accertamenti – emerge da una nota diffusa dalla Procura di Perugia -avrebbero evidenziato le numerose vessazioni fisiche e psicologiche dell’indagato nei confronti della ex fidanzata. In particolare il giovane durante una serata trascorsa in una discoteca di Perugia “a causa di una gelosia ossessiva”, si era impossessato violentemente del telefono e poco dopo l’avrebbe costretta a subire atti sessuali.
La vittima, impaurita, aveva quindi deciso di sporgere denuncia.
Nell’ordinanza è stato disposto il divieto di avvicinamento alla giovane, nonché ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa. Nei confronti del ventunenne, inoltre, è stata emessa anche la misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana presso gli uffici della polizia giudiziaria.