Anche l’Umbria all’Eurovision, Agabiti: “Straordinaria opportunità”

502
   

Un drone per far “volare” l’Eurovision Song Contest 2022 – quest’anno ospitato a Torino –  e raccontare le grandi bellezze artistiche, naturali e paesaggistiche del nostro Paese, sorvolando in lungo e in largo l’Italia per poi planare all’interno del Pala Olimpico di Torino. Questo è quanto accadrà nelle “cartoline” che – durante le serate di oggi, e del 12 e 14 maggio – saranno abbinate ad ognuno dei 40 Paesi in gara e ai rispettivi artisti e realizzate grazie alla collaborazione con il Ministero del Turismo ed Enit.

   Il drone “Leo” si farà emozionare dai luoghi e racconterà la bellezza dei tanti angoli italiani, ma avrà anche il compito di introdurre i protagonisti dell’ESC 2022 e il loro mondo artistico.

   A dirigere tutte le cartoline in giro per l’Italia sarà il “nostro” Matteo Lanzi, giovane e talentuoso regista, cresciuto a Spello e che ha realizzato i filmati in Umbria con grande orgoglio.

  La Regione Umbria ha scelto di essere protagonista di questo grande evento internazionale con la Cascata delle Marmore, in onda stasera e abbinate alla cantante armena, e Perugia, in onda giovedì e abbinata al cantante belga. Qualora i cantanti passassero le semifinali, ovviamente le “cartoline” saranno riproposte in abbinamento con gli artisti in gara e si avrà modo di ammirare ancora le “postcards” dell’Umbria.

   “Come ho già avuto modo di dire – ha affermato l’assessore regionale al turismo Paola Agabiti – è questa una grande opportunità di promozione della nostra regione, in considerazione della straordinaria visibilità che questo evento ci offre, e nel quale l’Umbria sarà rappresentata da due luoghi di incontrastabile bellezza che potranno raccontare perfettamente la ricchezza e la varietà della nostra terra: la Cascata delle Marmore e Perugia”.