A Marsciano inaugurato il nuovo centro di stoccaggio e servizi della Molini Popolari Riuniti

408

1500 metri quadrati dove saranno stoccati 25mila quintali di cereali e oleaginose all’anno – Il presidente Matteo Baldelli: “Operazione dal forte valore simbolico che ci riporta alle radici della cooperazione umbra”

   

È stato inaugurato il nuovo centro di stoccaggio e servizi della Molini Popolari Riuniti (Mpr), a Marsciano, in via Carlo Faina. Si tratta del 17esimo, tra strutture di proprietà e in affitto, che si estende su 1500 metri quadrati e ha una capacità di stoccaggio di 25mila quintali all’anno.

“Il centro di stoccaggio di Marsciano – ha dichiarato il presidente di Mpr, Matteo Baldelli – è il nuovo tassello della rete capillare dei depositi cereali della Mpr. È una struttura orizzontale, con la quale vogliamo inserirci in un territorio a forte vocazione agricola e cooperativistica. Cereali e oleaginose potranno essere conferiti in questo deposito che, come gli altri dislocati in Umbria, avrà come prerogativa la separazione per varietà e per qualità, il tutto per ricercare le migliori materie prime per le nostre produzioni. Questa sarà quindi la base da cui partire, ma vogliamo offrire agli agricoltori tutti i nostri servizi, in particolare assistenza tecnica e agronomica e le forniture dei mezzi tecnici”.

“Siamo convinti che il modello cooperativistico che la nostra azienda rappresenta – ha proseguito Baldelli – possa attecchire anche in questa zona, come siamo riusciti del resto in ogni altro territorio da noi presidiato. Il modello Mpr è incentrato sulla filiera e le nostre strutture di trasformazione, oltreché di stoccaggio, ci consentono di generare valore partendo dalle produzioni agricole dei soci per arrivare ai prodotti finiti, pane e farina nel settore agroalimentare e mangimi in quello zootecnico. Riusciamo in questo modo a rispettare lo scopo aziendale di valorizzare le produzioni dei nostri soci agricoltori”.

“Per Mpr questa operazione su Marsciano ha anche un forte valore simbolico – ha aggiunto Baldelli –. Uno dei nostri principali marchi della panificazione, ‘Le 5 Spighe’, ci riporta alle radici della cooperazione umbra; le spighe erano i cinque molini cooperativi nati nel dopoguerra, ovvero Umbertide, Ellera, Castiglione del Lago, Amelia e Marsciano. Con questa operazione Mpr va a chiudere il cerchio riunendo, con la propria presenza e le proprie attività, i territori all’origine della cooperazione agricola umbra. Fuori da questo ricordo storico, siamo convinti che riusciremo a dare una risposta forte e sicura al tessuto agricolo di questo territorio. Possiamo farlo con la consapevolezza di ciò che siamo e rappresentiamo da oltre 70 anni, ma anche con la certezza che le nostre filiere sono uno strumento alla base dello sviluppo agricolo umbro”.

Molti i presenti all’inaugurazione, tra cui Michele Moretti, neoeletto sindaco di Marsciano, Danilo Valenti, presidente di Legacoop Umbria e Roberto Morroni, vicepresidente e assessore alle Politiche agricole della Regione Umbria.

“Chi crea sviluppo e decide di investire nel nostro territorio – ha detto Moretti – avrà sempre un sostegno da parte nostra. Siamo molto contenti di poter ospitare questa struttura e speriamo che sia solo l’inizio di una presenza e di una collaborazione con la Molini Popolari Riuniti nel nostro territorio”.

“Un centro di stoccaggio di dimensioni importanti – ha affermato Morroni – e un ulteriore passo in avanti che la Molini Popolari Riuniti effettua in una zona di grande interesse per le produzioni agricole, quindi un punto di riferimento di sicuro valore”.