A Citerna continuano gli appuntamenti “E se le Donne 2016”

945
 
 

Gli Abiti storici del Rinascimento saranno  protagonisti nella bellissima Sala degli Ammassi del Palazzo Comunale di Citerna  dal 6 al 26 agosto in occasione del terzo evento di “E se le donne 2016”. L’amministrazione comunale di Citerna ha inteso, in questo modo, valorizzare uno dei periodi storici di maggior fulgore per la civitas Citernae cioè quello Rinascimentale, periodo in cui la stessa famiglia Vitelli trascorreva alcuni periodi dell’anno proprio in questo Borgo, tanto amato da Alessandro Vitelli e soprattutto dalla moglie. L’evento vede compartecipi l’Amministrazione Comunale, l’Associazione 8.3 e la Cooperativa Atlante, oltre all’Associazione Rinascimento nel Borgo, con la sua Presidente  Giovanna Fabbroni,  insieme a tutto il suo attivissimo team  che animeranno  uno degli spazi più suggestivi dell’antico borgo, i sotterranei del Palazzo comunale, i cosiddetti “Ammassi” che ci consentiranno di fare un vero e proprio tuffo nel passato. Insieme all’Associazione “Rinascimento nel Borgo”, nata nel 2001 nella città di Sansepolcro, con l’intenzione di divulgare la cultura rinascimentale e la vita sociale di quel periodo, si è pensato di organizzare a Citerna, comune posto proprio al confine tra l’Umbria e la Toscana, una manifestazione che consenta attraverso mostre, convegni e corteo storico, la conoscenza di un’epoca, il Rinascimento, che ha lasciato un segno indelebile anche nella nostra vallata. Si inizierà sabato 6 agosto alle 18.00 con l’inaugurazione della Mostra di Abiti storici alla presenza dell’Istituzione citernese e dell’Associazione Rinascimento nel Borgo, seguirà un incontro con l’Avv. Fabio Nisi che parlerà del periodo storico in cui la famiglia Vitelli soggiornava a Citerna con curiosità ed aneddoti poco conosciuti ai più. La mostra si concluderà il 26 agosto alle ore 18.00 momento in cui si potrà assistere al corteo di  figuranti in costume storico lungo le vie del borgo per raggiungere Piazza Scipione Scipioni, la bellissima terrazza che si affaccia su tutta la Valle del Tevere, dove avranno luogo gli spettacoli tra colori e suoni.