“Wine & Tonic”, a Bevagna l’evento per allargare gli orizzonti del consumo del vino alla mixology

318

Venerdì 21 giugno, Cantine Briziarelli

   

Un evento che vuole allargare gli orizzonti del consumo del vino alla mixology, lasciandosi contaminare da un mondo dal grande appeal per i giovani che bevono cocktail anche a tavola. Si chiama “Wine & Tonic” e si terrà venerdì 21 giugno, dalle ore 18, alle Cantine Briziarelli di Bevagna.

Un evento “frizzante”, proprio come le toniche tornate tanto in voga. Una serata all’insegna della leggerezza, nell’ambiente e nel bere, dove nell’atmosfera unica della cantina si potranno degustare gli inaspettati abbinamenti a base di “Wine & Tonic” del mixologist Antonio Fiamingo del Sotto Sopra di Foligno.

I vini Briziarelli incontreranno quindi le toniche Three Cents e Goldberg e il cibo a cura di La Trifola Enoteca di Bevagna. Tutto con l’accompagnamento musicale a cura di dj Michele Tomassini.

“L’evento rappresenta inoltre la nostra risposta non convenzionale al crescente mercato dei vini a basso contenuto alcolico, in quanto per noi rappresentano un paradosso poco sostenibile” afferma l’amministratore delegato della Cantina, Alessandro Giannoni, per poi aggiungere: “Noi viticoltori, infatti, attendiamo un anno auspicando che l’uva maturi sviluppando zuccheri per poi attendere che i lieviti li trasformino in alchool. Dopo tutto questo processo, dovrebbe essere attivato un macchinario che (consumando grandi quantità di energia) rimuove parte o tutto l’alchool. Dopo di che, viene riaggiunto mosto concentrato o zucchero in una delle sue forme”.

La domanda sorge quindi spontanea: non è più semplice seguire l’esempio dei nostri nonni che miscelavano al vino acqua o gassosa?

Quindi “Wine & Tonic” è sia modernità nelle modalità di consumo ma anche un modo per consumare alchool responsabilmente, oltre che una provocazione per l’enclave del vino.

Un ulteriore evento-esperimento targato Cantine Briziarelli dopo il recente “Tic-Toc, il vino cambia?”, anche questo realizzato con l’obiettivo di ascoltare soprattutto i giovani, mettendo a confronto il loro modo di consumare vino con quello delle generazioni anagraficamente più “esperte”, per individuare alcuni parametri chimico/fisici dei prodotti che possano essere rappresentativi dei gusti più attuali.

Saper osservare i cambiamenti sui consumi, attraverso iniziative mirate come queste, è quindi l’intenzione di una realtà attenta come quella delle Cantine Briziarelli. Adagiata su una collina che si affaccia su Bevagna, uno dei territori di produzione del Sagrantino, questa cantina produce vini IGT/DOC/DOCG coniugando uvaggi autoctoni ed internazionali con le più moderne tecniche di vinificazione. Lo stile dei vini, tra bevibilità e freschezza, si ritrova anche nella struttura che ospita la cantina, dove linearità e design si integrano perfettamente al paesaggio in un progetto architettonico avveniristico.

Info e contatti

Cantine Briziarelli (Via Colleallodole, 10 – Bevagna)

eventi@cantinebriziarelli.it