Terni: allarme per “falsi” bollettini tra le aziende

634
 

Truffa in agguato per le imprese del ternano, alle quali stanno arrivando bollettini postali “ingannevoli”, con richieste di versamento di presunti diritti: a mettere in allerta i propri iscritti è la Camera di commercio di Terni. “La truffa – spiega una nota dell’ente – gioca sulla confusione che si ingenera nell’utente chiamato a versare un’imposta inesistente. Il bollettino di conto corrente postale recapitato per forma grafica e linguaggio potrebbe trarre in inganno e far erroneamente ritenere che la richiesta provenga dalla Camera di commercio”. Le richieste di denaro invece non hanno nulla a che vedere con il diritto annuale, richiesto invece agli iscritti al Registro delle imprese, che deve essere versato esclusivamente attraverso il modello F24 e non con bollettini di conto corrente postale. La proposta di pagamento si presenta all’impresa come un bollettino postale contenente proposte commerciali di servizi “pubblicitari” e le Camere di commercio sono del tutto estranee a questa iniziativa. (fonte: Ansa.it)